SHARE

Douarnenez, Francia- Giancarlo Pedote e il suo Prysmian sono tra i protagonisti della stagione 2013 nella classe Mini 650. Anno dispari, quindi anno di Transat (partenza il 13 ottobre con il nuovo percorso da Douarnenez alla Guadalupa via Gran Canaria), il che significa che la preparazione è al top e il livello sempre più alto. Dopo la bella vittoria all’importantissimo Trofeo MAP di Douarnenez, il navigatore fiorentino si appresta ora a disputare il duro Mini Fastnet in doppio. Regata che parte domenica prossima per 700 impegnative miglia tra la Bretagna e il Fastnet, via Wolf Rock nella Manica.

Pedote su Prysmian
Pedote su Prysmian

Per sentire gli umori del velista della LNI Follonica, abbiamo intervistato Pedote via skype, in collegamento dalla sua casa di Armor Plage – Lorient, che è da due anni la sua base di allenamenti nella classe Mini 650. Pedote non si nasconde e ci dichiara di puntare al podio nella Transat con il suo sempre più veloce Prysmian. Ma c’è di più, ci parla della sua scelta di vivere la vela “au large” da professionista in Francia, dei programmi futuri rivolti a un Imoca 60 con l’obiettivo finale del Vendee Globe, del modo in cui si regata nella classe Mini e del perché questa sia davvero la porta d’ingresso nella grande vela professionale oceanica.

Ecco la lunga intervista divisa in tre parti:

Parte 1

Parte 2

Parte 3

www.giancarlopedote.it

3 COMMENTS

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here