SHARE

Barcellona, Spagna- Avarie, rotture di vele e collisioni possono compromettere l’esito di una regata o di una navigazione. Essere in grado di ripararle prima di tornare in porto diventa vitale, ma le condizioni di umidità, vento, freddo e calore, per non parlarte degli interventi sott’acqua, rendono il compito spesso assai complesso, se non impossibile. La soluzionme è stata trovata da un gruppo di ricercatori universitari e velisti catalani, che hanno creato DrSails, un adesivo di emergenza permanente, ideale per l’incollaggio di una vasta gamma di materiali tra cui metalli, legno, materiali compositi, tessuti velici e plasticati.

DrSails è un adesivo bicomponente, rapido e flessibile, basato sulla tecnologia epossidica. È in grado di riparare nelle condizioni più estreme, anche sott’acqua. Una volta realizzata la miscela nel rapporto 1:1, si converte in un adesivo con proprietà e tecnologia uniche, raggiungendo flessibilità e alta resistenza in grado di unire con elevata strutturalità quasi tutti i materiali.

DrSails_DS25_out

DrSails è stato creato da Sailing Technologies, una spin-off dell’Università IQS di Barcellona costituita da un gruppo di chimici, naviganti e imprenditori che concentrano i loro sforzi sulla ricerca e lo sviluppo del settore marittimo.

Sailing Technologies è un’azienda specializzata nello sviluppo e nella commercializzazione di prodotti nautici ad alta tecnologia in grado di migliorare le condizioni di vita e sicurezza dei naviganti a bordo. Il fulcro di Sailing Technologies consiste nella “marinizzazione” e commercializzazione di prodotti sviluppati da gruppi di ricerca universitari come, nel caso specifico del Dr Sails, il Gruppo di Ricerca sui Materiali (GEMAT) dell’ IQS – URL . Sempre con particolare attenzione alla navigazione, dalle competizioni di alto livello alla nautica da diporto.

Prima di essere commercializzato dal settembre 2013, DrSails aveva compiuto il suo primo giro del mondo con la Barcelona World Race 2010-2011 a bordo dell’ IMOCA Open 60 Renault ZE. Durante la regata, si rompe la randa dell’imbarcazione su cui si stava testando il prodotto. Uno squarcio di circa 8 metri di lunghezza che era quasi impensabile riparare senza perdere tempo o posizioni, ma grazie al rivoluzionario adesivo fu possibile, senza nemmeno ammainare la vela, ripararlo. Alla fine, il team riuscì a classificarsi al terzo posto, raggiungendo il podio.

DrSails usato su Azzam per una piccola riparazione su una vela durante la Leg 1 dell'attuale Volvo Ocean Race. Foto Knighton
DrSails usato su Azzam per una piccola riparazione su una vela durante la Leg 1 dell’attuale Volvo Ocean Race. Foto Knighton

Durante la fase di sperimentazione e sviluppo, DrSails portò a termine altri 4 giri del mondo; la Volvo Ocean Race 2011-2012 a bordo con il team Camper ENTZ e la Vendée Globe 2012-2013 a bordo di tre imbarcazioni: SynerCierl – Jean Le Cam, Saveol – Samantha Davies e Acciona – Javier “Bubi” Sanso. Partecipò, inoltre, a regate oceaniche come la Minitransat a bordo del Sanpaquita – Bruno Garcia, dimostrando la fattibilità tecnica del prodotto. Dr. Sails viene usato dal 5 dei 7 team dell’attuale Volvo Ocean Race ed è sponsor della campagna olimpica in Finn dell’atleta catalano Alejandro Muscat, già trimmer di Simone Ferrarese nel circuito maggiore di match race.

DrSails è presente in dieci Paesi, tra cui l’Italia. Il prodotto è disponibile in tre flaconi, da 10 ml, 25 ml e 265 ml, consigliabili a seconda dell’uso, dalle derive olimpiche ai grandi ocean racer.

www.sailingtechnologies.com

 

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY