SHARE

Padenghe sul Garda- (Valerio Pandolfini) Un dieci metri di razza, 100 per centro made in Italy per correre tra le boe e nelle lunghe. Le linee d’acqua potenti hanno nel dna sportività da vendere.

Se siete alla ricerca di una piccola barca comoda per la navigazione costiera in famiglia ecco lasciate stare e cercate altrove, l’Ice 33 non fa al caso vostro. L’ultima nata dal cantiere Ice Yachts su progetto di Umberto Felci è, infatti, un vero puro sangue di razza che trova il suo habitat naturale tra le boe dei campi di regata e nelle “lunghe” d’altura. L’Ice 33 è l’entry level della gamma, varato prima dell’estate, un entry level un po’ diverso per via di un concept dall’imprinting corsaiolo differente ma non lontano dagli altri modelli in produzione.

La barca in bolina. Foto Pandolfini
La barca in bolina. Foto Pandolfini

Abbiamo avuto il piacere di provare il nuovissimo 33 piedi di casa Ice Yachts nelle acque del basso Garda, sponda bresciana. Molliamo gli ormeggi al mattino presto, momento migliore per sfruttare il locale Pelér proveniente da nord. Il cielo è sereno, a tratti coperto, non c’è onda e il vento si attesta tra gli 8 e i 9 nodi e a bordo siamo in cinque. Issata la randa, una square top da 45 mq e il genoa da 28 mq, l’Ice 33 prende potenza e velocità a conferma dell’ottima carena. A poppa oltre allo sciabordio della scia anche, solo per qualche secondo, quello dell’acqua che esce dal pozzetto del vano motore. L’Ice 33 monta, infatti, un piccolo fuoribordo da 9.9 cv e installato in un particolare vano in pozzetto tra il trasto della randa e il tambuccio.

Tiriamo un paio di bordi di bolina mettendo a segno le vele, la carena si dimostra morbida, sempre in assetto: gli strumenti a base d’albero segnano i sei nodi di velocità. Il dislocamento contenuto, l’Ice 33 pesa 1.900 kg, lo si avverte subito nonostante la sensazione sia di estrema robustezza e rigidità. In particolare quando ammainiamo il genoa per mandare a riva il Code 0 con frullone armato in testa d’albero notiamo come le sartie basse sottovento – tutto il sartiame è in PBO, l’albero e i tre ordini di crocette acquartierate sono in carbonio e dispone di sartie volanti a poppa – non flettano ma anzi siano ben tese.

Foto Pandolfini
Foto Pandolfini

Portandoci a un’andatura più lasca ravvisiamo come sia necessario per migliorare la performance tenere lo scafo più piatto possibile con l’equipaggio ben fuori con i pesi, gli strumenti segnano i 7,37 nodi con circa 9 nodi di vento reale. L’innovativa carena studiata dalla Felci Yacht Design consente di avere poca resistenza di attrito e poca resistenza d’onda ai bassi angoli e quindi assicura ottime prestazioni alle andature portanti larghe e con poco vento, associate all’aumentare dello sbandamento, a un incremento del momento raddrizzante, quindi della potenza disponibile, che permette alte performance anche alle andature “di potenza”. La barra del timone è molto avanzata, risulta molto sensibile a ogni variazione di grado di barra. Il pozzetto è ampio e sgombro consentendo all’equipaggio di manovrare sempre in sicurezza. Ci muoviamo verso prua in modo agevole grazie ai passavanti ampi, ai robusti candelieri in carbonio e grazie a una tuga appena accennata. Il triangolo di prua è sgombro a parte il grande passo d’uomo che consente cambi di vele sempre efficienti.

 La nostra intervista a Umberto Felci e Lorenzo Giovannozzi:

 

Sottocoperta da vero racer la barca è vuota, vietato avere peso extra a bordo, domina un look total carbon, la struttura dello scafo è a vista. L’altezza interna è prevedibilmente sacrificata, intorno ai 140 cm, si sta in ginocchio e si cammina bassi. Le uniche concessioni del cantiere in accordo con lo studio Felci per aumentare il comfort a bordo per l’equipaggio impegnato in regate “lunghe” sono il wc chimico da installare a prua, delle cuccette in tubotela, un frigorifero portatile oltre a delle sacche a murata per contenere piccoli oggetti. Di una mini cucina a gas a un fuoco neanche l’ombra, pesa troppo… Particolare risulta la soluzione della struttura della chiglia che funge anche da chaise lounge per due persone durante le fasi di standby tra un turno e un altro.

 

Scheda tecnica

Progetto       Felci Yacht Design

Lunghezza ft           9,99 m

Lunghezza gall.      9,99 m

Larghezza    3,43 m

Immersione 2,50 m

Dislocamento         1.950 kg

Randa           45,00 mq

Genoa           28,00 mq

Gennaker 140 mq

Motore         10 hp

Costruzione Carbonio, epossidica, infusione

Materiale albero   Carbonio

Prezzo           da 150.000€ + IVA

www.iceyachts.it

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here