SHARE

Forte dei Marmi- Inizio d’agosto all’insegna delle regate storiche in Versilia, ospitate nelle acque antistanti Fiumetto e Forte dei Marmi. È infatti andata in scena l’8 agosto la II edizione della Nimbus Vintage Cup, manifestazione dedicata alle storiche classi “A” e “U” molto popolari in quest’angolo d’Italia prima dello scoppio della Guerra.

L’evento, nato con la finalità di rinverdire la gloriosa tradizione delle derive classe “A” e “U”, molto in voga in Versilia (ma anche nei golfi della Spezia, di Napoli e di Trieste) fra gli anni Trenta e Quaranta, ha ospitato anche i Flying Dutchman costruiti prima del 1987. A presentarsi sulla linea di partenza sono state dieci affascinanti imbarcazioni d’epoca per dimostrare come ancora oggi esistano equipaggi motivati e affezionati alle classi regine della vela versiliese d’antan. Per la cronaca, vittoria di Regina (equipaggio composto da Gian Luca Duranti, Ciro Bambini e Gabriele Calabrò) nella classe “A” e, per il secondo anno, di Zeffiro (Franco Dazzi, Gianluca Dati e Daniele Filippetto) nella classe “U”. In classe “FD” si è imposta invece ITA32 (seconda lo scorso anno) condotta da Maurizio Bindi e Dario Nistri.

E’ stata gara vera, combattuta, appassionante, tra “legni” nobili che, nonostante l’età, hanno dimostrato di saper regalare ancora palpitanti emozioni. E non solo agli equipaggi. Prima della regata, infatti, nella fase di messa a punto delle imbarcazioni in spiaggia, molti bagnanti hanno colto l’occasione per osservare da vicino queste splendide barche, eredi di una gloriosa tradizione velica che in Versilia ebbe il suo fulgore fra gli anni Trenta e Quaranta. Tra le derive più ammirate il Sirah, varato nel 1948 e fresco di minuzioso restauro (purtroppo non sceso in gara per motivi tecnici), e Alesim, perfetta replica di una classe U degli anni Sessanta realizzata dal maestro d’ascia fortemarmino Livio Maggi.

Il 2 agosto è andata in scenda la II edizione della Nimbus Vintage Cup, dedicata alle storiche derive delle classi "A" e "U". Ospiti d'eccezione i Flying Dutchman costruiti prima del 1987. Foto ©Michele Chiroli
Il 2 agosto è andata in scenda la II edizione della Nimbus Vintage Cup, dedicata alle storiche derive delle classi “A” e “U”. Ospiti d’eccezione i Flying Dutchman costruiti prima del 1987. Foto ©Michele Chiroli

L’evento – organizzato da Nimbus Surfing Club e Club Velico Marina di Pietrasanta sotto l’egida del Comitato Circoli Velici Versiliesi, con il patrocinio dei comuni di Pietrasanta e Forte dei Marmi, della Provincia di Lucca e del comitato regionale toscano del Coni e con il sostegno degli sponsor Be1 Sails, Harken, Forniture Navali Bertacca ed Enoteca Marcucci – ha dato il via ai festeggiamenti per i vent’anni del Nimbus.

“Avremo ancora tante occasioni per celebrare i primi due decenni del nostro sodalizio”, ha affermato il presidente Filippo Ceragioli, “ma posso dire che questa regata è stata il degno prologo dei festeggiamenti. Guardiamo al futuro ponendoci nuovi e ambiziosi obiettivi nelle competizioni, ma non dimenticando la nostra missione principale di centro di avviamento agli sport acquatici libero ed aperto a tutti”.

Ordine di arrivo della seconda edizione della Nimbus Vintage Cup

Classe A
1) A121 Regina (equipaggio: Gian Luca Duranti, Ciro Bambini e Gabriele Calabrò)
2) Breva II (equipaggio: Sonia Talacchi, Riccardo Talini, Enrico Filippetti)

Classe U
1) U213 Zeffiro (equipaggio: Franco Dazzi, Gianluca Dati e Daniele Filippetto)
2) U229 Bollicine 2 (equipaggio: Giovanni Briganti, Maurizio Fraschetti e Folco Maria Romano)
3) U222 Alesim (equipaggio: Fabrizio Rovai, Pietro Pelletti e Marco Giannoni)
4) U207 Tinin (equipaggio: Massimiliano Biagi, Maurizio Barberi e Francesco Moschetti)

Classe FD
1) ITA32 (equipaggio: Maurizio Bindi e Dario Nistri)
2) ITA830 (equipaggio: Enrico Diomedi Camassei e Riccardo Diomedi Camassei)
3) ITA1071 (equipaggio: Piergiorgio Ubaldi e Alessandro Lenzi)

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here