SHARE

Santa Margherita Ligure – Il nuovo Advanced 44, l’entry level del cantiere, ci aspetta ormeggiata in banchina in un pomeriggio grigio ma ventilato. Osservando la barca prima di salire a bordo non possiamo non notare un’estetica decisa, che ricorda quella degli open oceanici molto larghi e dal baglio massimo particolarmente arretrato.

L'entry level Advanced ormeggiata in banchina. Foto Giuffrè
L’entry level Advanced ormeggiata in banchina. Foto Giuffrè

La barca che stiamo per provare, per esplicita richiesta dell’armatore, è stata concepita in una versione più “tranquilla” rispetto alle potenzialità del progetto. La parola d’ordine del committente è stata “facilità di gestione”: via il carrello randa, sostituito da un punto fisso, una randa poi dal profilo usuale in luogo dello square top previsto per il piano velico sportivo. Particolari che ci fanno immaginare una barca comunque potente ma docile da gestire.

Baglio massimo arretrato e grande pozzeto. Foto Giuffrè
Baglio massimo arretrato e grande pozzeto. Foto Giuffrè

Salendo a bordo siamo accolti dal pozzetto di dimensioni straordinarie: perfetto per un utilizzo sportivo, ma quando si parla di spazi importanti il pensiero va anche alle comode zone prendisole sfruttabili in crociera, di cui l’Advanced 44 sembra particolarmente dotato.

L'Advanced 44 di bolina con 9-10 nodi. Foto Giuffrè
L’Advanced 4 di bolina con 9-10 nodi. Foto Giuffrè

Usciamo con un vento da sudest che varia dai 10 ai 13 nodi, circa 50 cm di onda, condizioni praticamente ideali. Testiamo subito la barca di bolina, che immaginiamo essere l’andatura critica data la larghezza del progetto e l’ampia superficie bagnata. I numeri invece sono buoni: se si lascia accelerare la barca concedendogli qualche grado alla poggia, si potrà poi orzare fino ai 30-35° di AWA senza perdere l’apparente. Registriamo subito 7.5 nodi di gps con 9 di reale, il che ci lascia intendere tutta la potenzialità delle linee d’acqua concepite da Roberto Biscontini. Il vento aumenta fino a 12 nodi, l’Advanced sale fino a 8.5 tenendo sempre un buon angolo: il gioco è quello di non fare scendere mai l’apparente, se ciò accade la barca diminuisce il suo sbandamento, offre più superficie bagnata e rallenta.

Il video:

Se si ha la sensibilità di poggiare di qualche grado prima che ciò accada i numeri resteranno costanti e avrete la sensazione di viaggiare su un binario. Lasciamo la ruota e osserviamo come viaggia la barca senza nessuno a condurla: molto dolcemente sale all’orza, un grado per volta. Forse c’è poco mordente per un regatante puro, che potrà godere del piano velico con lo square, ma è ideale per chi vuole fare della buona vela senza avere difficoltà nel gestire una barca nervosa.

Al lasco con l'asimmetrico il divertimento è assicurato
Al lasco con l’asimmetrico il divertimento è assicurato. Foto Giuffrè

Poggiamo al lasco issando un A 1.5: partendo piuttosto poggiati la reazione non è quella che ci aspettavamo,la barca non accelera subito. Orziamo decisi fino a 90 gradi è la risposta è grintosa: l’incremento di passo diventa da racer, iniziamo a poggiare gradualmente in piena accelerazione e con piacere vediamo che l’angolo apparente resta costante tra i 90 e i 100 gradi mentre sul reale andiamo profondi a più di 120. La velocità resta piena tra i 9.5 nodi e i 9.9 con 12 nodi di reale: non appena l’angolo apparente inizia ad allinearsi con il reale basterà orzare dieci gradi per caricare ancora la barca e ripartire alla poggia in velocità.

Open space verso prua per gli interni. Foto Giuffrè
Open space verso prua per gli interni. Foto Giuffrè

In ultimo ci dedichiamo agli interni, partendo dal presupposto che questa barca non è stata richiesta per lunghe crociere, ma per weekend di vela e uscite giornaliere, la filosofia di questi rispecchia quest’idea. Un unico ambiente dalla scala d’ingresso verso prua, per un open space in stile Nauta Design, sobrio nell’estetica ma efficace come impatto. Il materiale degli interni è il rovere, buone le finiture, numerosi gli spazi di stivaggio.

Scheda tecnica:

Progetto: Roberto Biscontini/ Nauta Design
Lunghezza scafo: 13,46 m
Larghezza: 4,25 m
Immersione: 3,00 m
Dislocamento: 6.650 kg
Sup velica: 123 mq

www.advancedyachts.it

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY