SHARE
Artemis Racing training on T2 in Bermuda. 19th of March, 2016, Morgan's Point, Bermuda. Foto van der Borch

Portsmouth, UK- Nathan Outteridge si prepara ai Giochi Olimpici di Rio in 49er e chi timona l’AC45F di Artemis Racing? Ovviamente… Francesco Bruni, uno dei pochi italiani presenti nei sailing team di America’s Cup e l’unico con chance di timone. Come anticipato da Fare Vela nell’intervista dalla Foiling Week di Malcesine, Bruni si appresta a fare il suo debutto come timoniere in Artemis Racing durante la prossima tappa di Louis Vuitton America’s Cup World Series a Portsmouth (22-24 luglio), sostituendo appunto lo Skipper Nathan Outteridge.

Artemis Racing training on T2 in Bermuda. 19th of March, 2016, Morgan's Point, Bermuda. Foto van der Borch
Artemis Racing training on T2 in Bermuda. 19th of March, 2016, Morgan’s Point, Bermuda. Foto van der Borch

“Sono entusiasta di questa opportunità, farò del mio meglio per essere preparato ad affrontare questo impegno. Ho passato molto tempo a parlare con Nathan, condividendo i suoi segreti, cercando di parlargli al momento opportuno, per beneficiare della sua esperienza”, ha detto Francesco Bruni.

Una delle maggiori sfide nelle World Series è legata all’impossibilità di allenarsi sul catamarano AC45F, per cui Francesco dovrà prepararsi il più possibile fuori dall’acqua.

Francesco ha continuato, “Di sicuro la mancanza di allenamento sarà il problema più grande. Ho pensato molto a questo proposito, guardando i video, cercando di imparare il più possibile senza essere stato sulla barca. Sono sicuro che se avessi avuto tre settimane per allenarmi mi sentirei pronto, ma devo farmene una ragione”.

A Bermuda, Francesco sta timonando i catamarani di sviluppo AC45T Artemis Racing, chiamati turbo, ed è impaziente di poter rientrare nella vera competizione.

“Negli ultimi sei mesi abbiamo navigato moltissimo con due barche, imparando davvero tanto ogni volta. Abbiamo fatto sia numerosi test interni, che in linea con gli altri team che hanno base a Bermuda. E ‘stato fantastico, e con così tante ore in acqua, abbiamo davvero iniziato a ottenere un buon ritmo “, ha detto Francesco.

Lo skipper Nathan Outteridge, in questi giorni impegnato nei Campionati Sudamericani di 49er con il compagno di team Iain Jensen, è pieno di elogi per Francesco.

“E ‘stata una decisione difficile non andare a Portsmouth, ma siamo molto fortunati ad avere Francesco che può sostituirmi. E’ stato al timone delle nostre barche di sviluppo qui e probabilmente ha passato più tempo in barca di me. Ogni volta che sono via ad un evento di 49er, lui prosegue gli allenamenti con i Turbo e, con la sua esperienza nell’ultima campagna con Luna Rossa, sono sicuro che farà un ottimo lavoro “.

Sarà un lavoro di squadra far arrivare Francesco al massimo della velocità sull’AC45F in tempo per Portsmouth.

Nathan Outteridge ha continuato, “Parte del lavoro da adesso all’evento è fargli sapere il più possibile sulle barche delle World Series, perché sono molto diverse dai turbo. Avrà il sostegno di Luke Parkinson, Iain Percy, Christian Kamp e Kalle Torlen, che saranno al suo fianco, e sono un gruppo molto forte. Abbiamo lavorato duramente per essere sicuri di poter scambiare qualsiasi persona in qualsiasi momento. Dopo Chicago abbiamo alzato parecchio l’asticella per Francesco e c’è molta pressione su di lui, ma so che sarà all’altezza”.

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here