SHARE
Azzurra a Palma

Palma di Maiorca, Spagna- Conclusa la XXXV edizione della Copa del Rey Mapfre a Palma. Azzurra vince la regata nella classe Irc 1, dove si trovavano anche altri Tp52.
La barca portacolori dello Yacht Club Costa Smeralda ha ottenuto un primo posto anche nell’ultima giornata di regate.

Azzurra a Palma
Azzurra a Palma

Dopo lo stop forzato di ieri, quando il Comitato di Regata ha tenuto la flotta in porto a causa di forti venti dai quadranti settentrionali, l’ultimo giorno di regata a visto il ritorno delle più classiche “Palma conditions” con brezza termica da sudovest fino a 15 nodi.
La classe IRC 1, nella quale Azzurra ha regatato in tempo compensato assieme ad altri TP52 e yacht d’altura, ha svolto due prove, concluse al primo e al sesto posto.

Grazie a questi parziali Azzurra ha confermato la sua leadership, conquistata sin dal primo giorno della 35a edizione della Copa del Rey Mapfre, quest’anno non facente parte del circuito 52 Super Series.  Sul podio con Azzurra altri due TP52: Alegre e Paprec Recyclage. L’altro TP52 italiano presente, Xio/Hurakan, ha concluso al quinto posto in una classe di livello decisamente alto. Nono posto per il Cookson 50 Cippa Lippa 8.

Nella classe ORC 1 successo del DK46 Maserati con Fernando Leon timoniere, miglior italiano lo Swan 45 BMW Sail Racing Academy con Simone Ferrarese skipper, settimo.

Nella ORC 2 vince il solito Pedro Campos sul Rodman 42 Movistar. Settimo l’Italia 9.98 Low Noise Vamos Buenos Aires di Giuseppe Giuffré.

Tra gli Swan 45 vince Earlybird. Quarto Tethis di Locatelli con Lorenzo Bodini tattico.

Bellamente si impone tra i Minimaxi 72 piedi mentre Norauto con Adam Minoprio skipper si aggiudica la tappa del circuito GC32. Secondo posto per Spirit of Nerina negli X-35 dietro a Red Electrica de España. Les Roches Puente Romano Marbella vince tra i J80 (ottavo Jeniale Eurosystem di Massimo Rama).

Vasco Vascotto, tattico: “Veniamo da due settimane e mezzo di duro lavoro nel quale abbiamo realmente raggiunto gli obbiettivi che ci eravamo posti: essere secondi nella classifica generale della 52 Super Series, colmare il gap di velocità della barca, e vincere la Copa del Rey. Siamo felici, è giunto il momento di riposare e goderci del risultato assieme a chi ci supporta, la famiglia Roemmers, lo YCCS e i nostri tifosi”.
“Il Mondiale di settembre si avvicina, ora possiamo dire di arrivarci con tutti tasselli a posto per riconfermare il titolo vinto lo scorso anno”.
“Infine, essendo iniziati i Giochi, vorrei inviare a Rio un “in culo alla balena” a tutti, che continuino a regatare bene come hanno dimostrato sinora, senza farsi prendere dall’emozione e dallo stress tipici delle Olimpiadi. Bisogna restare concentrati, partire dalla parte giusta, virare sui salti di vento e controllare gli avversari, come sempre, non cambia nulla!”

Per Azzurra si tratta non solo della vittoria in una delle regate più importanti del Mediterraneo, ma anche di un importante passo avanti nello sviluppo e messa a punto della barca in vista del Campionato Mondiale TP52 in programma a settembre a Mahon, valido anche come quarta tappa delle 52 Sailing Series.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here