SHARE

Napoli– Vento, pioggia, poi cielo terso e persino la neve sul Vesuvio. Non è mancato nulla nel corso della prima giornata del XXIV Trofeo Campobasso, regata velica internazionale Optimist organizzata dal Reale Yacht Club Canottieri Savoia. I 160 giovani velisti iscritti hanno ammirato la bellezza del golfo di Napoli d’inverno, con il vento di Tramontana a “pulire” l’aria dopo una mattinata di pioggia e permettere al Comitato di Regata di dare il via alle prime prove. Sono scesi in mare soltanto i ragazzi della classe juniores, mentre per i cadetti non c’è stato nulla da fare: troppo forte il vento, che ha oscillato tra i 15 ed i 20 nodi per gran parte della giornata.

Optimist in regata a Napoli
Optimist in regata a Napoli

A comandare dunque la classifica del Trofeo Campobasso 2017 dopo le prime due prove è Gaia Falco, la baby campionessa del Circolo del Remo e della Vela Italia che ha ottenuto un primo ed un quinto posto, facendo meglio della laziale Giulia Sepe (sesto e secondo posto). Al terzo posto un altro tesserato del Circolo Italia, Tommaso Viola, primo maschio in classifica con due buoni piazzamenti di giornata (quinto e terzo). Il Circolo Savoia è sesto con Pietropaolo Orofino, mentre il primo straniero è lo svedese Lindbom, settimo.

“Al nostro arrivo al Savoia, questa mattina, ci hanno accolto pioggia e freddo – commenta Gennaro Ernano, presidente del Comitato di Regata – Le previsioni non erano positive, ma a mezzogiorno in mare abbiamo trovato buone condizioni, riuscendo a completare due prove”. Per domani atteso ancora vento forte: “Ma ci auguriamo di completare le prove previste – commenta il presidente del Savoia, Carlo Campobasso – avremo ancora freddo e vento, condizioni ideali per i velisti”.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY