SHARE
La posizione di Banque Populaire (in azzurro) e Hugo Boss (in nero) alle 18 CET di domenica

Les Sables d’Olonne, Francia- Tremila miglia ancora da giocare e molta incertezza per il vincitore del Vendee Globe. Le 126 miglia di vantaggio che, alle 18 CET di domenica 8 gennaio, Armel Le Cleac’h mantiene su Alex Thomson sembrerebbero rassicuranti, se non fosse per la complessa situazione meteo del Nord Atlantico, con un’anticiclone fuori posizione e Alisei sporchi nella risalita da Capo Verde alle Canarie.

La posizione di Banque Populaire (in azzurro) e Hugo Boss (in nero) alle 18 CET di domenica
La posizione di Banque Populaire (in azzurro) e Hugo Boss (in nero) alle 18 CET di domenica. L’Aliseo è praticamente assente fino alle Canarie e la risalita finale lascia delle chance all’inseguitore Hugo Boss

Dopo aver superato ieri l’Equatore (16 ore e 49 minuti il vantaggio di Banque Populaire VIII su Hugo Boss), la coppia di testa si trova oggi invischiata nei Dolldrum. Chi ne uscirà meglio e per primo potrebbe compiere l’allungo decisivo. Per tutta la giornata di domenica Thomson ha avuto medie migliori (36 miglia coperte contro le 15 di Armel tra le 14 e le 18 di domenica), ma è probabile che Le Cleac’h riallunghi dal pomeriggio di lunedì, una volta risalito fino agli 8° Nord.

Per Thomson è arrivato l'”endorsement” del professore Michel Desjoyeaux, che ha scommesso sulla vittoria dell’inglese, il che sarebbe certamente una notizia epocale nella storia della regata francese per eccellenza, il Vendee Globe.

1 COMMENT

  1. Go ALEX GOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO0000000000000000000oooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO!!!!!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here