SHARE
Calvi Network

Key West, USA- Si è conclusa ieri la Quantum Key West Race Week. Un finale in calando per le barche italiane, che conquistano un terzo posto per Calvi Network nei J70, il quinto con Azzurra nei Tp52 delle 52 Super Series, il secondo negli ORC con l’Italia 9.98 High Noise con Enrico Zennaro tattico e il decimo con Mascalzone Latino di Vincenzo Onorato sempre nei J70. 21.Vertigo Too di Marco Salvi con Lorenzo Bresani tattico.

Calvi Network
Calvi Network. Foto ZGN

Il team di Carlo Alberini dopo un ottimo inizio ha pagato le ultime prove con vento leggero riportando un 22-12 nelle ultime due che lo ha fatto scendere al terzo posto del podio. La vittoria è andata all’iridato Tim Healy su New England Ropes.

“Sapevamo che con il calare del vento avremmo potuto incontrare problemi dal punto di vista delle performance: abbiamo fatto quanto era nelle nostre possibilità per difendere il margine accumulato nelle prime giornate, ma purtroppo abbiamo dovuto arrenderci a Tim Healy, che ha regatato bene in ogni condizione. Speravamo nel triplete, ma questa volta tocca accontentarci del terzo gradino del podio al termine di un evento che si è rivelato utilissimo dal punto di vista della crescita” ha commentato Carlo Alberini.

QUANTUM KEY WEST RACE WEEK January 16th - 20th, Key West - Florida
QUANTUM KEY WEST RACE WEEK
January 16th – 20th, Key West – Florida

La giornata decisiva per le 52 Super Series si chiude con una prova maiuscola di Quantum Racing, su cui regatavano Lorenzo Mazza e Romolo Ranieri. Il Tp52 di DeVos, con Terry Hutchinson e Bora Gulari in pozzetto, riesce a vincere l’ultima prova delle dieci disputate in questa tappa iniziale della 52 SUPER SERIES 2017 e si aggiudica Key West. Azzurra parte bene ma non riesce ad entrare nel mood giusto, complice la rottura del gennaker proprio nella prima issata ed una serie di “incomprensioni” con il vento, problema che oggi ha messo a dura prova un pò tutti, salti continui e con un intensità così ridotta rispetto ai primi giorni che è stato un pò come un roulette russa. Bronenosec e Interloge rompono le uova nel paniere a Provezza e Azzurra che speravano di poter chiudere meglio questo primo evento delle 52 SUPER SERIES. Rán Racing e Platoon non riescono ad approfittare della defaillance del leader turco e chiudo in settima e sesta posizione.

Vasco Vascotto, tattico di Azzurra: “Se ieri ho ammesso senza sconti a me stesso di aver navigato male, oggi francamente non abbiamo nulla da rimproverarci. Siamo partiti benissimo, pure troppo, ma la velocità non c’era e via via siamo stati risucchiati nel gruppo, in più la rottura dello spi alla prima issata ci ha penalizzato ulteriormente. Di certo le condizioni erano molto complesse e irregolari, ma questo vale per tutti. Adesso dobbiamo analizzare i dati, può essere che non mi sia reso conto io di aver sbagliato qualcosa, di certo non possiamo essere soddisfatti di questa conclusione”.

Da notare l’equilibrio della flotta, con alti e bassi un po’ per tutti a conferma del livellamento in alto delle 52 Super Series.

Classifica Quantum Key West Race Week
1. Quantum Racing (Doug DeVos, USA), (3,7,4,1,8,7,9,2,1,1) 43 p.
2. Platoon (Harm Müller-Spreer, GER), (1,1,6,6, 10,2,5,3,8,7) 49 p.
3. Rán Racing (Niklas Zennström, SWE), (4,6,9,4,3,4,6,1,6,6) 49 p.
4. Provezza (Ergin Imre, TUR) (8,9,2,2,4,5,2,5,3,9) 49 p.
5. Azzurra (Familia Roemmers, ITA/ARG), (6,2,3,8,2,6,4,6,5,8) 50 p.
6. Bronenosec (Vladimir Liubomirov, RUS), (7,4,5,3,7,3,11,4,4,2) 50 p.
7. Interlodge (Austin Fragomen, USA) (5,8,11,5,1,1,8,7,2,3) 51 p
8. Sled (Takashi Okura, USA), (2,5,8,11,6,11,3,9,9,5) 69 p.
9. Gladiator (Tony Langley, GBR) (10,10,1,9,5,9,7,11,7,11) 80 p.
10. Alegre (Andrés Soriano GBR/USA) (11,3,7,10,9,10,10,10,10,4) 84 p.
11. Paprec Recyclage (Jean-Luc Petithuguenin, FRA) (9,11,10,7,11,8,1,8,11,10) 86

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here