SHARE

Punta Ala- La nuova stagione agonistica dello Yacht Club Punta Ala si apre con la fondamentale vela giovanile, con un raduno Optimist, previsto a fine febbraio. L’avventura con la classe Optimist continuerà poi con una novità “home-made”: la prima edizione
dell’Educational Team Race, evento organizzato in collaborazione con la II Zona FIV e fortemente voluto dal Direttivo dello YC Punta Ala, che si svolgerà dal 4 al 5 marzo e radunerà squadre di atleti provenienti da tutta Italia.

555FIV in regata a Punta Ala
555FIV in regata a Punta Ala

Il 26 febbraio, invece, riprenderà il 36° Campionato Invernale, uno dei più conosciuti d’Italia, con la II Manche e si concluderà definitivamente con la fine di marzo. Il primo fine settimana di aprile, vedrà invece regatare un’altra deriva “propedeutica” per i
più piccoli, il 555FIV. Il Trofeo M.O.V.M. Capitano di Corvetta Saverio Marotta sarà, nuovamente, un’ottima occasione per i ragazzi per mettersi alla prova e divertirsi con un pizzico di agonismo in più.

Le regate nazionali classe Dinghy e Snipe di fine aprile faranno poi da apripista al “gigante” 151 Miglia Trofeo Celadrin che, come di consueto, si svolgerà nei primissimi giorni di giugno nell’intento di portare sul campo di regata ancora più imbarcazioni rispetto alla passata edizione.

Il Gavitello d’Argento 2017-Challenge Trophy “Bruno Calandriello”, riservato a squadre di Altura, seguirà a ruota colorando e riempiendo di vele il bel golfo toscano fino a metà giugno, momento in cui passerà il testimone ad una regata meno agguerrita, ma non certo meno colorata e dalle sfumature “rosa”, la Pink Sailing. Organizzata,
come sempre, in collaborazione con l’Associazione IL PORTO Punta Ala e con 365giornialfemminile onlus, un’Associazione che lotta per prevenire la violenza sulle donne e i minori, cercherà di diffondere la cultura della “non violenza”.

“Una nuova stagione sta iniziando e i nostri sforzi sono volti a realizzarla meglio e con maggior partecipazione di quella precedente. Le sfide per uno Yacht Club si susseguono di anno in anno e il desiderio è sempre quello di superarsi, per noi quest’anno la sfida è quella di sviluppare eventi dedicati ai più piccoli e alle derive classiche, l’altura per lo Yacht Club Punta Ala è una realtà il resto lo diventerà.” ha commentato il Presidente
Alessandro Masini.

“La possibilità di accogliere i regatanti più giovani, come gli equipaggi delle più competitive barche di altura, è garantita dagli sforzi che tutto il Consiglio Direttivo e il personale dedicano ai successi di queste iniziative. Speriamo quindi di vedervi numerosi, nella veste di partecipanti, accompagnatori o solo curiosi di godere dello spettacolo naturale offerto da Punta Ala”, ha commentato il Direttore Sportivo Filippo Calandriello.

Partner dello YCPA sono Cetilar e Slam, Marina di Punta Ala s.p.a.. e Cantiere Navale Punta Ala.

www.ycpa.it

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY