SHARE
Foto Max Ranchi

Powered by: banner_farevela_468x60_2

Milano– Finalmente si riuscirà ad avere un unico titolo per l’Altura a compenso? L’impossibile di unire le barche stazzate IRC e quelle ORCi in un’unica classifica diventa realtà? Un primo tentativo concreto e ufficiale sarà fatto al Campionato del Mondo 2018 dell’altura a compenso, in programma a L’Aia/Scheveningen dove sarà assegnato un unico titolo iridato riconosciuto da World Sailing.

Foto Max Ranchi
Foto Max Ranchi

Come noto l’IRC va per la maggiore nelle grandi regate blue water, come la Rolex Middle Sea Race o la Rolex Sydney Hobart, che assegnano la vittoria overall in compensato proprio in handicap IRC, dove si registra il maggior numero di iscritti, mentre l’ORC prevale in Italia, Spagna, Baltico e, normalmente, nelle regate a compenso sulle boe, compreso il Campionato Mondiale, composto da regate sulle boe e da regate costiere e di media altura. Unire le due flotte è da anni uno degli obiettivi di World Sailing. Insieme, i due sistemi, nel 2016 hanno registrato più di 15.000 barche in oltre 50 paesi nel mondo.

I Campionati del Mondo di vela d’altura sono stati organizzati fin dal 1999 sotto l’Offshore Racing Congress, con i sistemi di rating IMS e ORCi, mentre quello del 2018 sarà il primo Campionato del Mondo IRC, dopo che il sistema ha ricevuto il riconoscimento di classificazione internazionale nel 2003.

Con un approccio pragmatico e una soluzione innovativa si apre la porta per consentire alla flotta offshore derivata da ORCi e da IRC per competere insieme nella loro disciplina per il titolo finale di Campione del Mondo. Utilizzando un sistema di punteggio combinato, la flotta sarà in grado di competere in acqua, gli uni contro gli altri, per la prima volta usando entrambi i sistemi.

Il compromesso, raggiunto nell’ambito della conferenza di World Sailing, lo scorso Novembre a Barcellona, richiede che ognuna delle imbarcazioni iscritte al mondiale abbia entrambi i certificati ORC e IRC. L’ORC aveva precedentemente approvato la proposta degli organizzatori dell’Aia per ospitare il Campionato del Mondo basato sui propri standard, in una settimana, tuttavia i dettagli del format e il punteggio saranno nuovamente esaminati dal gruppo di lavoro formato da IRC e ORC per vagliare tutte le opzioni.

Stan Honey, presidente del World Sailing Oceanic e dell’Offshore Committee ha detto ” è stato molto importante arrivare a una soluzione per consentire alle due più grandi flotte d’altura di competere per il titolo mondiale. Utilizzando congiuntamente entrambi i sistemi nessun gruppo sarà svantaggiato ed entrambi i gruppi beneficeranno della soluzione del doppio sistema, concordata a Barcellona nei mesi scorsi. Non vediamo l’ora di verificare l’esperienza dell’applicazione dell’IRC nello’evento del 2018. Sono sicuro che sarà un campionato con grande successo di partecipazione”.

Una fase delle regate al Mondiale ORC di Copenaghen
Una fase delle regate al Mondiale ORC di Copenaghen

Sulla base dell’esperienza di questa nuova ed entusiasmante cooperazione tra i due sistemi, sono previsti ulteriori evoluzioni e punti di incontro in futuro. Sarà necessaria, per l’esatta comprensione da parte degli armatori, di una spiegazione dettagliata del formato che si intende adottare. Ipotizzando il doppio c ertificato obbligatorio, si suppone che vi possa essere una somma o una media delle classifiche? Abbiamo chiesto dettagli all’ORC e ve ne daremo conto appena possibile.

Marcel Schuttelaar, presidente dell’Hague Offshore Sailing World Championship 2018: ” Siamo estremamente lieti che i due principali sistemi di rating al mondo siano d’accordo di rendere il nostro evento un pioniere della futura cooperazione per il Campionato del Mondo. La nostra location è ideale per attrarre grandi numeri da entrambe le culture, così saremo lieti di lavorare a stretto contatto con ORC e IRC per la strutturare un campionato di successo”.

Come noto l’IRC è stato riconosciuto per la prima volta da World Sailing (allora ISAF) come sistema di rating internazionale nel 2003. E’ stato sviluppato nel 1984 dall’UNCL, in Francia e dal RORC in Inghilterra e chiamato CHS. Attualmente è in uso in 40 paesi al mondo e si è evoluto fino a essere utilizzato per molti tra i più importanti trofei e nella maggior parte dei classici eventi offshore e regate internazionali in tutto il mondo. Il sistema di punteggio semplice e a formula segreta incoraggia le prestazioni in tutte le andature e spinge gli equipaggi a sfruttare al meglio la barca.

Ricordiamo che l’atteso Campionato del Mondo ORCi 2017 è in porogramma a Trieste dal 30 giugno all’8 luglio prossimi. A oggi sono iscritte già 98 barche, suddivise nei gruppi A, B e C.

www.rorcrating.org

www.orc.org

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY