SHARE

La Rochelle, Francia- E’ già tutto esaurito alla Mini Transat 650 2017. Le richieste di partecipazione ufficialmente inviate agli organizzatori della transatlantica per Mini 650, infatti, eccedono gli 84 posti disponibili per una regata che resta il punto di partenza della grande vela oceanica, un campo di sperimentazione per arditi prototipi ormai avviati al foiling e, comunque, sempre una sfida interiore con se stessi per molti skipper. Non solo, la Transat 650 è di fatto la più internazionale delle regate oceaniche, con velisti da quindici Paesi che saranno sulla linea di partenza a La Rochelle il prossimo 1 ottobre. Saranno almeno dieci le donne skipper partecipanti.

schermata-02-2457801-alle-18-11-23

 

Grande novità dell’edizione 2017 è la nuova sede della primna tappa, che si sposta da Lanzarote a Las Palmas de Gran Canaria, porto ideale per capacità ricettive e servisi prima del grande salto atlantico. La seconda tappa, da Las Palmas a Le Marin, in Martinica, partirà il 1 novembre 2017.

Come noto, gli 84 solitari non potranno avere comunicazioni con terra e disporranno solo di un Vhf (oltre naturalmente agli Epirb di sicurezza) a raggio limitato.

Gli italiani iscritti sono ben otto: Ambrogio Beccaria con Alla Grande Ambeco (Pogo 2 del 2004), Andrea Fornaro con Bibi (Ofcet 650 del 2016), Andrea Pendibene su Pegaso Marina Militare (Pogo 3 del 2015), Emanuele Grassi su Penelope (Pogo 2 del 2006), Federico Cuciuc su Ostrogo (Dingo Rolland del 2004), Giuliano Riccardo su Jrata (Proto, Berret Racoupeau del 2003), Luca Sabiu su Jolly Roger (Pogo 2 del 2005), Matteo Rusticali su Lang (Proto, Lang del 1991).

www.minitransat.fr

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY