SHARE
Ferrari-Calabrò. Foto Massetti

Ostia– Il CICO 2017 inizia alla grande e una splendida giornata di vela con sole e vento da Ponente tra i 10 e i 14 nodi spazza via anche gli ultimi dubbi. Il Campionato Italiano Classi Olimpiche 2017, partito con ritardi e corse contro il tempo, fa centro e promette di essere una delle edizioni più belle di sempre da quando esiste questa manifestazione, ovvero da Garda 1994. I numeri definitivi del CICO 2017 sono 201 barche per 241 velisti.

Francesca Clapcich oggi in regata. Foto Massetti
Francesca Clapcich oggi in regata. Foto Massetti

La buona logistica e i servizi, con il Porto di Roma che si sta rivelando adatto a questo tipo di manifestazioni (manca ormai solo un po’ d’aiuto ai carrelli nelle operazioni di rientro, poi ci siamo) è stata arricchiata oggi dall’elemento fondamentale, il vento, che ha soiffiato generoso prima da 300° e poi da 280°, quando la termica nel primo pomeriggio ha toccato punte di 14-15 nodi, con pompaggio libero, fatica ma divertimento assicurato e bei duelli in acqua. Il tutto reso ancora più valido dai comitati di regata, apparsi puntuali ed efficienti.

Il Porto di Roma invaso dalle derive olimpiche. Foto Tognozzi
Il Porto di Roma invaso dalle derive olimpiche. Foto Tognozzi

17361843_10155007828284774_7183564552301930328_n

I favoriti si sono portati subito davanti. Nei Finn Giorgio Poggi (Fiamme Gialle) mette insieme due primi d’autorità, seguito da vicino da un convincente Alessio Spadoni (Aniene, 2-2) e da Filippo Baldassari (3-3). Nei Laser Francesco Marrai e Giovanni Coccoluto sono subito davanti. Il livornese vince la prima prova e fa terzo nella seconda e guida la classifica generale, il muggesano fa due secondi ed è secondo ma a pari punti con Marrai. Terzo Marco Gallo (4-1), vincitore della seconda prova del giorno.

Nei Laser Radial Francesca Clapcich, tornata al singolo dopo l’esperienza iridata in FX con Giulia Conti, è in testa con 3-1, seguita da Joyce Floridia (2-2) e da Silvia Zennaro (1-4).

Nei Nacra 17 (solo 4 barche, in attesa del Nacra foiling che sarà distribuito da giugno) in testa sono Ratti-Porro (3-1-1) davanti a Ugolini-Giubilei (2-2-2). Terzo Lorenzo Bressani (1-4-3) che esordisce con la nuova prodiera Cecilia Zorzi, già iridata di Laser 4.7 e velista di qualità, come ci ha confermato lo stesso Bressani: “Una brava velista, preparata tecnicamente e con la giusta sensibilità”.

Ferrari-Calabrò. Foto Massetti
Ferrari-Calabrò. Foto Massetti

Molto bene nei 470 Ferrari-Calabrò, i padroni di casa che, allenati dal campione locale, Gabrio Zandonà, hanno vinto le due prove portandosi subito al comando. Seguono Capurro-Puppo (2-2) e Peroni-Izzo (5-3). Le donne regatano in flotta unica con gli uomini e in testa nella classifica scorporata sono Diu Salle-Dubbini (4-4) davanti a Berta-Carraro (3-7) e a Paternoster-Caruso (11-6). Per i 470 purtroppo occorre segnalare l’abbandono dell’attività, a soli 26 anni, di Sivitz Kosuta e Jas Farneti, già campioni del mondo juniores e sesti all’Europeo 2016. Il mancato ingresso nei gruppi sportivi militari e mancanza di budget federale tra i motivi.

Nei 49er in testa Tita-Zucchetti (2-1-2-1) davanti a Crivelli Visconti-Togni (1-2-1-2), con i due equipaggi praticamente in match race. Terzo Simone Ferrarese, all’esordio sullo skiff olimpico insieme a Valerio Galati (3-3-3-3). Negli FX guidano con autorità (1-1-1-1) Raggio-Bergamaschi davanti a Bergamo-Germani e Genesio-Sinno. Silvia Sicouri, che ha scelto di regatare a questo CICO in FX insieme a Claudia Conti, in attesa di riprendere in Nacra 17 foil con Vittorio Bissaro, è quarta (3-4-4-2).

Nelle tavole RS:X uomini Mattia Camboni fa tripletta ed è in testa. Seguono Daniele Benedetti (2-2-2) e Luca Di Tomassi (3-3-3). Flavia Tartaglini (3-1-1) guida tra le donne davanti a Marta Maggetti (1-2-2) e a Veronica Fanciulli.

Flavia Tartaglini. Foto Massetti
Flavia Tartaglini. Foto Massetti

Nella paralimpica 2.4 in testa è Cristian Tarasco (5-2-3) davanti a Mario Gambarini (3-3-5) e Andrea Arasio (4-1-9). L’azzurro Antonio Squizzato, vincitore di due prove è stato attardato dall’ocs nella seconda regata ed è sesto, in attesa del calcolo della scarto.

Domani seconda giornata di regate, con segnale di avviso alle ore 11. Previste ancora condizioni di vento termico.

http://www.federvela.it/node/14793

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY