SHARE

Plymouth, UK- Con una fitta nebbia in piena tradizione britannica, è partita nel primo pomeriggio di ieri la OSTAR, la dura transatlantica in solitario da Plymouth a Newport. In regata due italiani, Andrea Mura sull’Open 50 Vento di Sardegna e Michele Zambelli sul Class 9.50 Illumia.Alle 10 di oggi, Andrea Mura ha passato Land’s End e le Scilly e si trova in testa alla flotta in tempo reale, anche se alle sue spalle il Sun Fast 3600 irlandese Bam pare un avversario pericoloso per la classifica in handicap. Michele Zambelli si trova al momento in ottava posizione in tempo reale.

Vento di Sardegna alla partenza da Plymnouth

Andrea Mura punta alla vittoria per difendere il titolo conquistato nella partecipazione di quattro anni fa.

Michele Zambelli, a bordo del suo Class 9.50 Illumia 12, fa il punto della situazione prima di mollare gli ormeggi.

“Alla Ostar scoprirò un Atlantico diverso” – dichiara lo skipper romagnolo. “Fino ad oggi ho affrontato regate dove la strada era “battuta” principalmente da venti costanti e con andature di poppa. Questa volta la rotta sarà più selvaggia.”

Illumia

Le previsioni meteo infatti sembrano confermare le peculiarità di questa transatlantica, con passaggi ripetuti di depressioni da Ovest verso Est in rapida successione.

“Nei primi 3 giorni di regata” – continua Michele Zambelli, “una breve dorsale dovrebbe portarci a navigare con andature di bolina larga. Dal 1 giugno però due grosse zone depressionarie, con venti più sostenuti, ci faranno entrare nei giochi tipici della Ostar. Dalla Ostar mi aspetto di tornare a casa più marinaio, con gli occhi pieni di vento forte e freddo, ma ancora più contento.”

Tracking qui: http://yb.tl/rwyc_transat2017

http://rwyc.org/ostar/

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY