SHARE
Camboni e la Tartaglini insieme a Olivero Carducci di USail e al vice-presidente FIV Alessandro Mei

Firenze- Presentata oggi a Pitti Immagine Uomo, a Firenze, la nuova linea d’abbigliamento tecnico per le squadre azzurre FIV in vista di Tokyo 2020 prodotta da U-SAIL, brand di proprietà della Olicor di S. Severino Marche.

Camboni e la Tartaglini insieme a Olivero Carducci di USail e al vice-presidente FIV Alessandro Mei

“Non è un caso – commenta Oliviero Carducci, CEO di Olicor – che la presentazione della linea di abbigliamento che distinguerà i velisti italiani convocati ai raduni e alle più importanti regate del mondo nei prossimi quattro anni si faccia a Firenze, una delle città più identificative della cultura italiana. Per noi che produciamo nel pieno rispetto dei valori di artigianalità, qualità e sartorialità, partecipare al Pitti significa sperare di far parte delle eccellenze Made in Italy, di cui questa manifestazione è un emblema nel mondo”.

A indossare le nuove divise grieffate U-SAIL sono stati due testimonial d’eccezione, gli olimpici del windsurf Flavia Tartaglini e Mattia Camboni, entrambi tra i migliori alle ultime Olimpiadi di Rio 2016.

Non solo sartorialità e Italian style: usciranno le prime linee di capi firmati dal brand settempedano, realizzati con il sistema batteriostatico “Abatox”, un brevetto italiano che impedisce la proliferazione batterica, agendo direttamente sui tessuti, ma senza utilizzo di biocidi. “Si tratta di un processo molto diverso dagli attuali battericidi – sottolinea Carducci – che è stato sviluppato dalla Bio Eco Active di Bologna. Sino ad oggi la proliferazione batterica nell’abbigliamento tecnico-sportivo è stata principalmente contrastata tramite l’utilizzo di nanoparticelle e con uso di biocidi. Abatox è invece un trattamento che utilizza elementi naturali, in dimensione macromolecolare, creando un ambiente fortemente ostile alla proliferazione batterica in modo totalmente sicuro”.

Oltre alla linea dedicata alla Federazione Italiana Vela, U-SAIL ha portato a Firenze il nuovo modello delle Spider Shoes, le calzature da vela con il più alto grip della categoria, il cui concept è stato presentato lo scorso anno in anteprima mondiale al METS (Amsterdam). Le nuove scarpe, realizzate in Italia, sono disponibili in 3 versioni e danno al consumatore la possibilità di personalizzarle in base alla livrea del team o ai colori delle federazioni.

Le versioni delle Spider Shoes 2017:

Casual & Street: la scarpa è composta da materiale gommato e mesh ad eccezione della puntina e del toppone in pelle. È una versione dedicata a chi vuole camminare in sicurezza in ogni occasione.

Techno: è la versione più tecnica. Tutta la tomaia è in gomma e mesh. È pensata per gli appassionati della vela e gli atleti.

Gold: I materiali utilizzati sono di altissima qualità. È la versione deluxe, ancora più esclusiva, impreziosita in alcuni dettagli con le tonalità dell’oro e

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY