SHARE

Palma di Maiorca, Spagna- La prima edizione del The Nations Trophy di Nautor’s Swan è cominciata oggi con la cerimonia inaugurale al Real Club Nautico di Palma, organizzatore dell’evento. I ventotto equipaggi iscritti, provenienti da undici nazioni, sono pronti a darsi battaglia per quattro giorni ad armi pari, fedeli alla filosofia dello Swan One Design Racing. Sul tavolo sono pronti i trofei per i vincitori del Campionato Europeo della classe ClubSwan 50, del Campionato del Mondo Swan 45 e il Campionato Europeo dei ClubSwan 42. Per i migliori, il premio sarà proprio il The Nations Trophy, trofeo realizzato dalla maison di alta gioielleria Buccellati, che sarà assegnato in base ai risultati combinati di due barche della stessa nazione che avranno conseguiranno i migliori piazzamenti nelle rispettive classifiche.

Javier Sanz (president RCNP), Leonardo Ferragamo (Chairman of Nautor’s Swan), Pilar Carbonell (General Director Tourism of the Balearic Islands). Foto Borlenghi

L’ultimo giorno di preparazione per una regata internazionale come il The Nations Trophy è sempre intensa e impegnativa. Eseguiti tutti i controlli di stazza e quelli a bordo per essere certi di avere la barca pronta nelle migliori condizioni possibili, alle 14.00 è stata l’ora della regata di prova, disputata con un vento d’intensità tra gli 8 e i 10 nodi. Undici le nazioni rappresentate dai diversi team: Belgio, Finlandia, Francia, Germania, Italia, Norvegia, Russia, Spagna, Svezia, Svizzera, Regno Unito. All’interno delle stesse squadre sono ben venti i paesi di provenienza dei velisti partecipanti all’evento: un vero e proprio ‘melting pot’ di lingue, espressioni e culture. Un pizzico di superstizione tra i velisti c’è sempre, anche se provengono da paesi molto diversi e così i risultati della prova odierna non sono stati ufficializzati.

Leonardo Ferragamo, Presidente di Nautor’s Swan, è giustamente orgoglioso di essere a poche ore dal conto alla rovescia che lo porterà sulla linea di partenza, dopo molti mesi di pianificazione e di organizzazione dell’evento: “Personalmente sono eccitato e felice, ma anche ansioso! Sono felice perchè finalmente domani cominceremo a regatare. Abbiamo l’obiettivo ambizioso di riporare il mondo internazionale della vela al confronto tra le nazioni. Sono ancora più felice perchè tutto questo lo facciamo con i nostri Swan One Design. Quando avevamo cominciato a promuovere questo evento, avevamo raccolto molto interesse da Parte degli armatori del ClubSwan 42, dello Swan 45 e da quelli del nuovissimo ClubSwan 50. Confesso di essere anche un pò ansioso perchè regaterò personalmente a bordo di Cuordileone il mio ClubSwan 50 e non voglio deludere la mia squadra”.

On board Spectre. Foto Borlenghi

I ClubSwan 50 iscritti all’evento sono undici, nove gli Swan 45 e otto i ClubSwan 42. Nelle ultime regate della stagione, tra le quali la più recente è stata la Coppa del Rey Mapfre disputata proprio qui a Palma a fine luglio, i tedeschi di Earybird hanno vinto nella classe ClubSwan 50, mentre negli Swan 45 si è imposta Elena Nova e nei ClubSwan 42 ha avuto la meglio Pez de Abril. Sono dunque loro i favoriti d’obbligo della vigilia, ma senza dimenticare che nelle regate monotipo gli equilibri cambiano continuamente e che i risultati rimangono aperti fino all’ultimo.

Le regate avranno inizio domani alle ore 12.00.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here