SHARE

San Francisco, USA- I media velici internazionali continuano a riportare i rumor di un presunto progetto per un circuito alternativo con gli AC50 e gli AC45 foiling gestito da Larry Ellison e supportato da Louis Vuitton, almeno potenzialmente in alternativa all’America’s Cup. La cosa non stupisce, vista l’esistenza di una serie di barche che non possono avere alcun utilizzo e di alcuni team che erano legati più o meno direttamente a Oracle Team USA. I francesi e i giapponesi, ma anche Artemis che ha emesso nei giorni scorsi un primo tiepido commento sul nuovo Protocollo dell’America’s Cup in Nuova Zelanda.

Ellison applaude la vittoria kiwi alle Bermuda. Emirates Team New Zealand won the 35th America’s Cup vs Oracle Team Usa 7-1. Foto Borlenghi

Che i ricchissimi difficilmente accettino il risultato sull’acqua (che alle Bermuda è stato schiacciante in favore dei kiwi) è cosa nota, ma un’analisi più ponderata porta a ripetere la stessa massima di sempre. La Coppa America è la Coppa, il vero motivo di fascino è la Coppa stessa e la sua storia. Chi la possiede, quindi, fa le regole e gli altri devono andare a vincerla alle condizioni poste dal possessore. Tutto il resto non sarebbe che un nuovo circuito, che si andrebbe a sovrapporre ad altri già esistenti, senza le potenzialità che invece ha la Coppa stessa, tanto più se gestita nelle fasi preliminari da un marchio globale come Prada e in grado di trarre il massimo dal seguito di pubblico dei due Paesi potenzialmente più interessati alla Coppa stessa, ovvero Nuova Zelanda e Italia.

Una buona analisi dei rumor è stata pubblicata dal solito ben informato Tom Ehman sul suo Sailing Illustrated, in cui si ipotizza che l’unico uso concreto degi foiling cat potrebbe essere un evento legato a Oracle nella San Francisco Bay. Vedremo, certo è che la Coppa di ETNZ/Luna Rossa, a cui hanno già detto sì i britannici con Ben Ainslie e il New York Yacht Club in attesa di altri team, continuerà ad avere il suo fascino che dura da oltre 160 anni.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here