SHARE
Andrea Fornaro su Sideral. Foto Breschi

Le Marin, Martinica- Non molla Andrea Fornaro, a caccia della terza posizione nella seconda tappa della Mini Transat e di un risultato di assoluto rilievo nella classifica finale generale. Nella giornata di lunedì, Sideral ha spinto forte (240 miglia percorse nelle ultime 24 ore) riuscendo a recuperare circa 40 miglia al terzo, lo svizzero Simon Koster, che alle 22CET lo precedeva di 23 miglia. Con 348 miglia ancora da percorrere per l’arrivo in Martinica (ETA per la serata di mercoledì), Fornaro sembra avere ancora la chance per il podio di tappa. Sideral, che ha strambato mure a dritta verso le 21, conserva infatti ancora una separazione laterale di una sessantina di miglia, che potrebbero portare a una volata a due a ridosso della Martinica.

Andrea Fornaro su Sideral. Foto Breschi

Martedì, infatti, Fornaro, che mantiene una posizione più a sud rispetto a Koster, potrebbe giovarsi di un vento più intenso, quella stessa pressione che ha portato il tedesco Jorg Riechers a percorrenze oltre le 260 miglia nelle ultime 24 ore. Riechers è secondo e ha ridotto il distacco da Lipinski a 70 miglia, ma con 167 miglia da percorrere, nulla sembra in grado di poter togliere la vittoria di tappa e overall a Ian Lipinski su Griffon.fr.

Le posizioni alle 22CET di lunedì. Sideral è in basso a destra in rosso

L’arrivo vittorioso di Lipisnki a Le Marin è atteso per le 16CET pomeriggio di martedì 14 novembre. Lipinski diventerà il primo velista a vincere due edizioni consecutive della Mini Transat, una nei serie (l’ha vinta nel 2015) e quella successiva nei Proto. L’unica altra doppietta alla Transat 650 fu quella di Seb Magnen nel 1979 e 1999 nei Proto. Da notare anche che i primi quattro tra i Ptoto sono di quattro nazionalità differenti (Francia, Germania, Svizzera e Italia), a conferma della diffusione e notorietà di questa regata, vera e sempre più tecnica porta d’ingresso alla regata oceanica.

Nei Serie Erwan Le Draoulec ha 420 miglia ancora da percorrere, con 94 miglia di vantaggio sulla Cremer. Andrea Pendibene è 23esimo a 353 miglia mentre Emanuele Grassi è 40esimo a 522 miglia. Ambrogio Beccaria è 48esimo a 641 miglia.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here