SHARE

Genova– Clamoroso esito dell’incontro a Genova che doveva risolvere una volta per tutta la questione del Laser italiano. Assolaser, la vecchia Associazione di classe gestita da Macrino Macrì, non si è presentata questa mattina alla riunione a cui erano invece presenti Francesco Ettorre per la Federazione Italiana Vela, ILCA, la classe internazionale rappresentata dal segretario esecutivo Jeff Martin e la AICL Associazione Italiana Classi Laser che gestisce da un anno l’attività dei laseristi italiani sul territorio nazionale, costretti come noto a un doppio tesseramento per regatare agli eventi internazionali.

Laser in regata nel Golfo di Gaeta. Foto Taccola

La tela diplomatica che il presidente FIV Ettorre aveva tessuto nei mesi scorsi si è  dissolta di fronte al comportamento di Assolaser. Proprio Assolaser, dopo aver dato assicurazioni su una sua presenza alla riunione e su un nuovo Statuto da sottoporre ad approvazione e su cui rifondare la classe italiana con regole democratiche, ha scelto, assumendosene evidentemente la responsabilità, di non partecipare e di convocare per il 17 dicembre un’Assemblea Annuale avente come ordine del giorno l’elezione del Consiglio Direttivo (ancora ad personam?) senza l’approvazione del nuovo Statuto concordato con la FIV. Nulla avrà valore, dal punto di vista pratico.

Si resta stupefatti di fronte alla mancanza di rispetto di Assolaser per i laseristi italiani, che a questo punto avranno come riferimento solo AICL, che dall’1 gennaio 2018 tessererà quindi tutti i laseristi italiani con il pagamento della sola quota dovuta a ILCA. Una triste storia di potere legata a una gestione personalistica della vela.

Proprio la posizione di ILCA, nella persona di Jeff Martin, sarà decisiva anche se il suo margine di manovra appare essersi esaurito proprio per il doppio gioco di Assolaser. La sensazione uscita dalle stanze genovesi è che Jeff Martin abbia preso tempo (ha detto di dover consultare il direttivo internazionale prima di dare una risposta): uno scenario ipotizza che non mancheranno i tentativi di Assolaser per mantenere le sue rendite di posizione. Ma la stessa Assolaser si è ormai posta fuori da ogni regola di gestione democratica e di normale trattativa.

La FIV ha formalmente chiesto a ILCA di disconoscere Assolaser e di riconoscere AICL quale nuova Associazione di Distretto italiano Laser.

Da questa vicenda, oltre all’evidente scarso interesse di Assolaser per consentire ai laseristi italiani di svolgere normalmente la loro attività, si denota però anche una certa ingenuità della nuova dirigenza FIV, con Francesco Ettorre che non ha scoperto per tempo il bluff di Assolaser, salvo poi emettere un duro e finalmente deciso comunicato che costringe ILCA a prendere una posizione netta ion favore di AICL come nuova classe.

Ed è proprio a Ettorre che abbiamo chiesto una sintesi di una giornata che ha dell’assurdo: “Siamo rimasti davvero sorpresi della mancata presenza di Assolaser. Jeff Martin era venuto apposta da Londra per questo incontro che seguiva quelli delle scorse settimane. Assolaser e Macrì si erano detti disponibili a esserci e a sottoporre il nuovo Statuto all’approvazione dell’Assemblea, anzi tale Statuto è ovviamente frutto di trattative e riunioni con il nostro avvocato, il tutto condiviso per scritto in email che si sono prolungate in modo positivo fino a tre giorni fa”, ci dice Ettorre, “Sinceramente non ci aspettavamo un tale comportamento da Macrì. A questo punto non sappiamo proprio a cosa miri Assolaser, si è di fatto messa in un angolo senza uscita e il nostro comunicato, che ha una versione in inglese ed è stato ovviamente condiviso con Jeff Martin, è stato diretto e duro. Il tempo delle formule politiche è adesso finito, le nostre richieste a ILCA sono state dirette e precise. Aspettiamo adesso qualche giorno e leggeremo la risposta pratica di ILCA sul disconoscimento di Assolaser e il riconoscimento di AICL”.

Bravo Ettorre, quando ci vuole ci vuole, soprattutto per il rispetto dei più di mille laseristi italiani che chiedono solo di poter regatare in modo semplice.

Questo il testo del Comunicato FIV:

Si è tenuto questa mattina presso la sede della Federazione Italiana Vela a Genova un incontro tra FIV e ILCA per definire la situazione della classe Laser in Italia. All’incontro erano state invitate anche AICL e Assolaser; AICL ha partecipato mentre nessuno si è presentato per Assolaser.
Si è dovuto constatare che Assolaser, oltre a non presentarsi all’incontro, ha convocato per il giorno 17 dicembre 2017 l’Assemblea Generale Annuale avente ad oggetto, tra l’altro, l’elezione del Consiglio Direttivo senza mettere all’ordine del giorno la discussione e l’approvazione del nuovo statuto, concordato con FIV.

Constatata la chiara assenza di volontà in Assolaser di porre termine ai problemi dei laseristi italiani, FIV ha ritenuto di prospettare come unica soluzione che sia ILCA ad intervenire direttamente, attuando il disconoscimento di Assolaser ed il riconoscimento di AICL quale nuova Associazione di Distretto in Italia. Consapevole che per questo percorso occorrerà tempo, FIV ha anche richiesto che ILCA a partire dal 1 gennaio 2018 proceda al tesseramento diretto dei laseristi italiani, tramite FIV, a fronte del pagamento della sola quota dovuta alla classe internazionale, fatta salvo l’accordo già raggiunto per la partecipazione degli atleti italiani alle manifestazioni internazionali.

Il Segretario Esecutivo Emerito di ILCA Jeff Martin si è riservato di consultare il World Council di ILCA e dare una risposta entro pochi giorni.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here