SHARE

Rodney Bay, Saint Lucia- Dopo la conclusione dell’ARC, è iniziato il giro del mondo in rally, sempre organizzato da World Cruising. Sono partite domenica 8 gennaio, infatti, le 26 imbarcazioni partecipanti alla seconda edizione del World Atlantic Rally for Cruisers. Questa manifestazione condurrà gli equipaggi iscritti a navigare intorno al mondo in 15 mesi percorrendo una distanza di 26.000 miglia. La prima tratta li porterà dalla baia di Rodney, a Saint Lucia, isola nel Mar dei Caraibi orientale tra Granadine e Martinica, fino al canale di Panama, dove sosteranno prima di salpare alla volta dell’Australia toccando, tra le altre, le coste delle Galapagos, di Tahiti, Bora Bora e delle Figi. A settembre la terza rotta: da Darwin fino a Cape Town in Sud Africa passando per Bali, Cocos Keeling, Mauritius e Reunion. Nella capitale sudafricana trascorreranno il Natale e il Capodanno prima di ripartire alla volta del Brasile con breve sosta sull’isola di sant’Elena e far ritorno a Saint Lucia per concludere la circumnavigazione in aprile del 2013.

Con vento sui 15-20 nodi, tipici per quest’angolo di Terra in questa stagione, il World ARC è iniziata senza problemi. Al comando della flotta è posizionato il canadese Xp-55 Gunvor XL di Sheila Karsten, seguito da Sapphire II di John O’Connor, un Discovery 67 battente bandiera statunitense, e dal Jeanneau 57 Piligrim del russo Dmitry Maslov. Al momento sono a poco più di 500 miglia dall’avvistamento delle isole San Blas.

Un momento della partenza del World ARC 2012-2013 a Saint Lucia, Mar dei Caraibi

Ricordiamo la caratteristica propria di questo evento, ovvero la voglia di attraversare gli oceani insieme e la passione per la vela. A testimonianza di quanto scritto basta scorrere sul sito l’elenco delle persone iscritte, molte delle quali sono famiglie con figli al seguito. In particolare sono sei i bambini con meno di 16 anni ad aver preso parte.

Qui di seguito riportiamo un elenco delle barche partecipanti :

12 Moons, un Hanse 545, tedesco

Anastasia, un Catana 522, francese

At Last, un Island Packet 465, americano

Brizo, un Beneteau 50, americano

Bronwyn, un Amel 54, britannico

Chessie, un Irwin 54, tedesco

Eva, un Jenneau Sun Odyssey 54, tedesco

Glamorous Galah, un Beneteau Oceanis 393, australiano

Juba, un Bavaria 44, tedesco

Matilda, un Hallberg Rassy 42E, britannico

Mr Blues, un Jenneau Sun Odyssey 45, svizzero

Peat Smoke, un Rusler 44, britannico

Pura Vida 6, un Hanse 470e, spagnolo

Royal Leopard, un Oyster 61, britannico

Ruby, un Amel 54, britannico

Samsara, un Tayana 52, americano

Sea Fever of Cuan, un Amel Super Maramu, irlandese

Serendipity, un Oyster 575, britannico

Sophie, un Hallberg Rassy 40, tedesco

Southern Cross, un Lagoon 380 S2, americano

Trompete, un Hallberg Rassy 42F, britannico

Wind Dancer, un Hylas 54, americano

Working on a Dream, un Jenneau Sun Odyssey 49, svedese

Per chi volesse raggiungere la flotta in Australia alla fine del 2012 e partecipare così alla traversata dell’Oceano Indinao fino in Sud Africa, è ancora possibile iscriversi al World ARC 2012-2013.

www.worldcruising.com

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here