SHARE

Dusseldorf, Germania- Sono l’Oceanis 45 (Family Cruiser), l’Oyster 625 (Luxury Cruiser), il Pogo 12,50 (Performance Cruiser) e l’Esse 750 (Special Yacht) i vincitori dello European Yacht of the Year award 2012, il più importante premio per la cantieristica europea di cui FareVela è l’unico partner italiano. A Dusseldorf il nostro Vanni Galgani, membro della Giuria Internazionale di testate nautiche specializzate, ha partecipato alla serata in cui sono stati proclamate le barche vincitrici. Lo European Yacht of the Year è organizzato dalla rivista tedesca Yacht con la collaborazione delle principali testate europee di vela.

Ospite d’eccezione James Spithill, timoniere di Oracle Racing vincitore dell’America’s Cup numero 33, che ha consegnato i premi.

Un’edizione caratterizzata da due sessioni di prove, a Ijmuden e a Barcellona, molto impegnative dal punto di vista meteo, con ampia discussione da parte dei giurati.

Ecco il resoconto da Dusseldorf:

“Come ormai ogni fine gennaio da nove anni a questa parte si respirava una grande tensione nella sala al Boot di Dusseldorf dove era raccolto tutto il gotha della cantieristica mondiale da diporto. Infatti la formula di tenere nascosti i vincitori fino alla fine annunciandoli sullo stile degli Oscar crea sempre una grande attesa per i concorrenti, coinvolti con manifestazioni da stadio quando i vincitori apprendono il risultato. Molto divertenti i rumor degli improvvisati bookmaker, ma nel corso delle varie edizioni la giuria ha dimostrato la propria validità e imparzialità eleggendo le barche effettivamente migliori, spiazzando così chi tenta di fare pronostici legati a logiche di mercato o di convenienza.

Quest’anno la serata si è arricchita di un ospite d’eccezione, salito sul palco per assegnare i premi: James Spithil, timoniere di Oracle Racing e vincitore della scorsa edizione della Coppa. Come una vera star da palcoscenico, James è stato volentieri al gioco, calandosi nei panni del presentatore. Abbiamo avuto il tempo anche per scambiare alcune opinioni sulla Coppa: “Dopo uno scetticismo iniziale”, ci ha detto, la Coppa sta cominciando a interessare importanti network, prima dicevano non ci interessa ora chiedono quanto costa…”. E sugli AC45, “Danno il massimo se gli si tira il collo ma il confine tra il massimo e la catastrofe è strettissimo. E sono molto più atletici di quello che era USA 17″. Vero amante degli sport acquatici, Spithill ci ha detto di essersi divertito molto in Fiera.

Per quanto riguarda il Boot si percepisce un ottimismo e una propersione a tornare a investire sulle barche. Parlando con diversi operatori abbiamo percepito che ci sono buone attese sul recupero dell’Italia, che quando tornerà competitiva, è l’opinione di molti, lo farà molto in fretta. Nei prossimi giorni un bilancio di ciò che abbiamo visto al Boot”. (Vanni Galgani)

James Spithill sul palco della premiazione dello EYotY a Dusseldorf. Foto Galgani

 

Ecco il dettaglio delle vincitrici nelle quattro categorie:

Family Cruiser (altre nominate: Dufour 445GL, Elan 210, Sun Odissey 379, RM 1060)

L'Oceanis 45, vincitore nella categoria Family Cruiser. Foto Yacht

Oceanis 45

lunghezza scafo 13,50 m
larghezza max 4,49 m
dislocamento 9.550 kg
sup. vel. 100,50 mq
prezzo 166.700 €

www.beneteauitalia.it

 

Luxury Cruiser (altre nominate: Amel 64, Bestewind 50, Hallberg-Rassy 64, Sense 50)

L'Oyster 625, vincitore tra i Luxury Cruiser

Oyster 625

lunghezza scafo 19,03 m
larghezza max 5,44 m
dislocamento 33.500 kg
sup. vel. 235,86 mq
prezzo 2.400.000 €
www.oystermarine.com

 

Performance Cruiser (altre nominate: Dehler 41, Grand Soleil 50, J/111, Xp44)

Il Pogo 12,50. Foto Yacht

Pogo 12,50

lunghezza scafo 12,18 m
larghezza max 4,50 m
dislocamento 5.500 kg
sup. vel. 107,00 mq
prezzo 175.890 €
www.pogostructures.com

 

Special Yacht (altre nominate: Eagle 44, Keus 22, Dinamica 940, Tarac 33)

L'Esse 750, vincitore tra gli Special Yacht

Esse 750

lunghezza scafo 7,50 m
larghezza max 2,05 m
dislocamento 960 kg
sup. vel. 36,0 mq
prezzo 63.070 €
www.schuchter.ch

Su FareVela di febbraio un ampio articolo con tutte le caratteristiche delle barche vincitrici e i dettagli delle nominate.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here