SHARE

Singapore- E’ stato Telefonica a uscire vincitore dalla battaglia dello Stretto di Malacca. Per lunghe ore gli spagnoli hanno regatato fianco a fianco con Groupama, con addirittura un ingaggio sopra e sottovento con Cammas che cercava prima di uscire da sopravvento e poi da sottovento. Poi, una raffica da sopravvento ha consentito a Telefonica di staccare Groupama. Subito dietro Puma, che è rimasto invischiato in una rete nelle prime ore di ieri. Più staccati Azzam e Camper, che a loro volta hanno lottato vicinissimi.

Puma segue Groupama nella giornata di ieri. Foto Ross

Usciti dallo Stretto di Malacca, attraversando il “parcheggio” di centinaia di navi davanti a Singapore, la flotta è finalmente entrata, alle 16 di ieri, nel Mar Cinese Meridionale, dove è iniziata. come da previsioni, la lunga bolina che porterà la flotta a Sanya (Hainan, Cina). Anche qui il trio di testa, che regata racchiuso in 4 miglia, si sta coprendo con virate tattiche sulle vele, come nel più classico dei bastoni: alle 07:08UTC Telefonica aveva circa 3 miglia di vantaggio su Groupama (vantaggio rispetto al vento e alla rotta logica). Puma segue a circa 7 miglia. Camper e Azzam regatano praticamente alla pari spesso su mure diverse. Una bolina lunga 950 miglia, vedremo chi la spunterà con una certezza, sarà tutto sul filo dei metri da qui all’arrivo.

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here