SHARE

Napoli- (Antonella Panella) Freddo balcanico e pioggia non hanno intimorito i regatanti  partenopei  che sono tornati a sfidarsi al Trofeo Alberto Cian, organizzato  dalla LNI sez. di  Napoli ed LNI sez. Castellammare di Stabia, valido per il 41° Campionato Invernale d’altura di Napoli. Un campo macchiato da un instabile Grecale di circa 12 nodi, calato nella seconda prova a poco meno di 6 nodi, ha costretto il Comitato di Regata, presieduto da Afredo Ricci, a ridurre il percorso.

Inarrestabile Scugnizza  di Enzo De Blasio, con due primi di giornata si aggiudica anche questo trofeo, dedicato al papà del più famoso Paolo, al timone di Saphira. Un terzo e un quinto piazzamento per  l’Ottavo Peccato di Alberto Bracci, diretto avversario della barca dell’armatore dell’anno e secondo in classifica generale. “Scugnizza ha una marcia in più soprattutto con vento nel range di oggi. ” ha commentato Bracci.

Molto bene Vlag di Salvatore Casolaro. L’equipaggio sta ritrovando il suo smalto: due ottime partenze e l’intesa con nuovo tattico, Alfredo Capodanno gli hanno assicurato due argenti di giornata grazie che gli permettono così di scalare il terzo posto in classifica generale.

In classe 0-2, Saphira di Raffaele Archivolti, continua a comandare in classifica generale, seguito da Le coq Hardì, di Maurizio e Giampaolo Pavesi, e da Raffica, di Pasquale Orofino.

In classe 4-5, Suakin, di  Francesco Golia detta legge  nella generale su  Laega, di Lorenzo Carboni e Vagamondo, di Raffaella Borriello.

Interessante il confronto in classe minialtura, che sebbene veda ancora Sparviero dell’Accademia Aeronautica al comando su Artiglio, di de Pasquale-La Pegna, e White Magic, di Roberto d’Argerio, ha sorpreso con una classifica tutta nuova nella prima prova: perfetto Ilyfe di Fulvio De Simone ha battuto Sail Trix,  di Antonio Strozzetti ed  ocappa di Egidio Robortacci.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here