SHARE

Roma- Tra le tante associazioni che operano nel settore della nautica, arriva ora anche quella dei diportisti e degli armatori. Domenica 26 febbraio, presso il Circolo Nautico Roma del Porto di Ostia, è nata infatti ONDA, acronimo che sta per Organizzazione Nazionale Diportisti Associati.
I componenti dell’Associazione hanno eletto il Consiglio e  approvato lo Statuto. Assume la presidenza Benedetto Pagani Planca Incoronati. L’incarico di vice presidenti a Roberto Volpe (vicario) e a Enrico Ettore Torlo.

ONDA definisce come propria mission la tutela dei diritti e dell’immagine del diporto nautico in Italia, quale elemento trainante dell’intero comparto, proponendosi di diventare un nuovo interlocutore con le Istituzioni, come le altre Associazioni e rappresentanze di categoria. L’idea di costituire l’associazione nasce in seguito alla recente introduzione della nuova “tassa sulla nautica”, attiva a partire da maggio 2012, per la quale anche ONDA si prefigge di proporre modifiche e integrazioni migliorative. Dato che proprio oggi la tassa è stata trasformata da tassa di stazionamento a tassa di possesso, anche ONDA avrà le sue domanda da fare al legislatore, soprattutto per quanto riguarda le politiche tariffarie dei marina italiani.

ONDA, inoltre, quale nuovo attore nel settore nautico, intende fornire il proprio contributo nel proporre migliorie a regolamenti e normative del settore, facendo sentire le esigenze dei diportisti.
ONDA, infine, si propone di fungere da stimolo per il settore  per il miglioramento dell’offerta ai diportisti, sia in termini di qualità dei servizi, sia per il necessario contenimento dei prezzi inerenti alla gestione e alla manutenzione dell’imbarcazione, al fine di promuovere e rendere sostenibile la permanenza del diporto in un’Italia che spesso non è competitiva con gli altri Paesi del Mediterraneo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here