SHARE

Auckland, Nuova Zelanda- Iniziata la bolina finale verso North Cape per la flotta della Volvo Ocean Race. Groupama ha perso un po’ del suo vantaggio a causa del fatto che per prima ha trovato i venti contrari, ma pre in grado di controllare agevolmente gli avversari. Alle 10UTC di oggi, Franck Cammas aveva 109 miglia di vantaggio su Telefonica, che ieri è riuscita a superare Puma, stamani a 122 miglia dai francesi. Proprio la lotta per il secondo posto sembra essere l’incognita maggiore della tappa.

Groupama in bolina verso la Nuova Zelanda. Foto Riou

Camper è quarto a 147 miglia, Azzam quinto a 223 e Sanya sesta a 252 miglia. Groupama si trova a 493 miglia dall’arrivo ad Auckland, dove dovrebbe essere atteso tra la serata del 9 e le prime ore del 10 marzo (ora italiana). Per la giornata di oggi la flotta affronterà venti forti sui 25-30 nodi fino a North Cape.

Thomas Coville, Groupama: “Ora siamo entrati in un bel vento, un buon segnale per noi. Un po’ ci pensiamo alla vittoria… ma non è ancora finita. Viviamo nel momento, ogni ora, ogni cambio di turno, come finirà lo vedremo solo alla fine. La regata è finita solo quando si taglia il traguardo…”

Chris Nicholson, CAMPER: “Al momento stiamo passando in un’area di vento leggero, cercando di uscire dal flusso di nord est ed entrare in quello nuovo da sud est. PUMA è molto sopravento a noi ma sembra che abbia qualche problema a convertirlo in vantaggio al traguardo. Speriamo di essere a vista quando entreremo nell’aria nuova e allora ricomincerà il duello.”

www.volvooceanrace.com

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here