SHARE

Auckland, Nuova Zelanda- La spettacolare conclusione della quarta tappa della Volvo Ocean Race, la prima vittoria di un Groupama sempre più convincente, il secondo psoto di un Puma finalmente competitivo, Telefonica che coglie il terzo superando Camper di soli 93 secondi dopo 5.220 miglia di mare, la calda accoglienza di Auckland sono solo alcuni dei punti salienti di una splendida tappa. Bisogna aggiungere la falla nelle ultime miglia per Groupama, la durissima bolina a nord della Nuova Zelanda contro onde di 6-8 metri, le scelte strategiche estreme di Puma e dello stesso Groupama che alla fine hanno pagato. Il passaggio avventuroso tra le Isole Salomone, i centomila amici raggiunti su Facebook dalla Volvo Ocean Race…

Telefonica precede Camper di pochi metri all'arrivo. Foto Roman

Una regata, insomma, che si conferma come l’evento più coinvolgente della vela professionale, in attesa della tappa che tutti attendono, quella del grande oceano del sud, delle planate infinite, degli Albatross, di Capo Horn. Partenza il 18 marzo dalla City of Sails per puntare su Itajaì, in Brasile. Stay tuned…

Il video riassuntivo degli arrivi:

Telefonica mantiene la testa della classifica, ma vede il suo vantaggio sul secondo diminuire: 121 punti per Iker Martinez e 103 per Franco Cammas, con Camper a 98. Telefonica e Groupama sono due progetti di Juan Kouyoumdjian, Camper è dello Studio Botin.

1
Team Telefónica
121
2
Groupama Sailing Team
103
3
CAMPER with Emirates Team NZ
98
4
PUMA Ocean Racing by BERG
78
5
Abu Dhabi Ocean Racing
53
6
Team Sanya
22

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here