SHARE

Napoli- Cresce l’attesa per le AC World Series di Napoli e Venezia, precedute il 4 aprile prossimo, dalla conferenza stampa di presentazione ufficiale del team Luna Rossa Challenge. L’evento si svolgerà a Palermo, alle 12 del prossimo 4 aprile, con l’ospitality del Circolo della Vela Sicilia, club attraverso cui Luna Rossa ha lanciato la sua quarta sfida alla Coppa America. Il patròn del team Patrizio Bertelli, lo skipper Max Sirena, il tattico Francesco Bruni e il resto del team saranno presenti. Nell’occasione saranno presentati tutti i componenti del team.

L'AC45 di Luna Rossa in allenamento ad Auckland con le estensioni alle ali il 3 febbraio scorso

La sfida di Luna Rossa ha costituito un po’ il punto di svolta di questa Coppa numero 34, prima decisamente troppo orientata a favore del defender Oracle Racing. Un quarto team di livello e grande storia, vincitore di Louis Vuitton Cup nel 2000 (evento che, ricordiamo, Oracle non ha mai vinto sull’acqua), finalista nel 2007 dopo aver battuto proprio Larry Ellison (in un indimenticabile 5 a 1, con James Spithill che saltò alla gola di Chris Dickson e Torben Grael che dipinse bordeggi ispirati), con un gran seguito e appeal sul pubblico, non poteva che risollevare l’interesse sull’evento. Tanto più dopo la sinergia con Emirates Team New Zealand, grazie alla quale il team Prada può contare su un progetto iniziale di piattaforma, su cui sviluppare in autonomia una o più ali, e i kiwi possono avere un budget per alzare il livello dello scontro. Non a caso, infatti, Paul Cayard di Artemis ha subito protestato presso la Giuria e ha promesso ulteriori azioni se dovesse essere provato uno scambio di dati tra i due.

Per cui Oracle Racing se la vedrà con quello dei tre big team – Artemis, ETNZL e Luna Rossa – che sarà riuscito a vincere la Louis Vuitton Cup ridotta nel numero ma non nella qualità nella ventosa estate 2013 a San Francisco.

Luna Rossa in allenamento a Gaeta La presentazione di Luna Rossa sarà preceduta da un’altra bella notizia. I due AC45 di Prada, battezzati rispettivamente Piranha e Swordfish, si alleneranno a Gaeta prima delle regate di Napoli. Fonti del team ci hanno confermato che i due AC45 sono arrivati a Gaeta e che nei prossimi giorni il team inizierà a uscire nelle acque tra Gaeta e Formia, notoriamente un campo di regata ideale per condizioni meteo.

L’equipaggio I due timonieri saranno Paul Campbell James, vincitore delle Extreme Sailing Series 2011, e il neo arrivato Chris Draper, olimpionico di 49er e già con Team Korea sugli AC45. Francesco Bruni è uno dei tattici. Tra i velisti che Max Sirena ha confermato o chiamato vi sono Manuel Modena, Alistair Richardson, Pierluigi De Felice, Matteo Plazzi, Romolo Ranieri. Il team è in rapida costruzione e le prime sfide con i kiwi sugli AC45 ad Auckland sono andate molto bene. Gli altri li conosceremo il 4 aprile. Vi sono poi stati i contatti per il dopo Volvo Ocean Race e il dopo Olimpiadi con gli spagnoli Iker Martinez e Xabi Fernandez, due dei migliori campioni della vela internazionale.

 

Gli altri team

China Team si sta allenando a Sanya. Il veterano dei multiscafi Fred Le Peutrec e il giovane match racer Phil Robertson si stanno contendendo il ruolo di skipper per l’evento di Napoli.

Energy Team ha confermato l’equipaggio per l’evento di Napoli. Yann Guichard, dopo il buon debutto di San Diego, sarà ancora alla barra. Un cambiamento significativo sarà la partenza di Peter Greenhalgh, come spiega Loick Peyron: “Peter se ne va a causa dei problemi di comunicazione. Anche se il suo lavoro è sempre stato impeccabile, è davvero impossibile parlare due lingue a bordo della stessa barca. Spero solo che resti nel circuito. A Napoli, a bordo della nostra barca parleremo francese. A bordo avremo Yann Guichard, Arnaud Jarlegan, Christophe André, Devan Le Bihan e Arnaud Psarofaghis”. Mentre Loïck si occupava del sailing team, il fratello Bruno è stato incentrato sul reperimento delle risorse necessarie per costruire un AC72 ed estendere la campagna sino ad includere la Louis Vuitton Cup: “Stiamo ragionando sulla possibilità di varare un nuovo AC45 per la prossima stagione. Solo così potremo allenare gli uomini necessari a gestire una barca di dimensioni più grandi. Guardando alla situazione generale, il nostro team è pronto e in grado di fare bene a tutti i livelli, quindi abbiamo le carte in regola per garantire ai francesi la partecipazione alla prossima Coppa America. Vorrei aggiungere che il nostro è un impegno a lungo termine, e mentre il nostro obiettivo è quello di essere presenti alla 34ma Coppa America, non manchiamo di guardare avanti”.

Team Korea presenterà a Napoli i due nuovi acquisti, il timoniere australiano e iridato 49er Nathan Outteridge e l’inglese Giles Scott, vincitore dell’Europeo e della Finn Gold Cup.

A San Francisco, Oracle Racing è appena tornato al lavoro, in una seconda serie di allenamenti. Il Defender naviga su due AC45 nella baia e lo farà per due settimane, prima di trasferirsi a Napoli.

A Sagunto Artemis, come pubblicato ieri mattina, ha alzato la prima ala da 40 metri in dimensioni AC72.

Uno degli AC45 di Oracle sfreccia davanti ad Alcatraz. Foto Martin Raget

Il programma di Napoli

7 aprile – 14:10 – Match Racing
8 aprile – 14:10 – Fleet Racing (3 prove da 15 minuti)
11 aprile – 14:15 – Match Race qualificazioni (3 prove di flotta, 2 da 15′, 1 da 40′)
12 aprile – 14:15 – Match Race qualificazioni (3 prove di flotta, 2 da 15′, 1 da 40′)
13 aprile- 14:10 – AC500 Speed Trials, poi 3 prove di flotta, 2 da 15′, 1 da 40′
14 aprile – 14:10 – regata 10-11 di flotta, Match Race Championship per i primi 6
15 aprile – 13:50 – AC500 Speed Trials, Fleet Race Championship race (14:55)

11 AC45 in regata da 9 team: Luna Rossa Piranha, Luna Rossa Swordfish, Oracle Racing Coutts, Oracle Racing Spithill, Emirates Team New Zealand, Artemis Racing, Aleph, China Team, Energy Team, Team Korea, Green Comm Racing

Una fase dei lavori di estensione delle scogliere frangiflutti alla Rotonda Diaz di Via Caracciolo. Foto Martin Raget

 

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here