SHARE

Itajaì, Brasile- Ultime 150 miglia di navigazione per Groupama 4 che, con il suo armo di fortuna, domani dovrebbe giungere a Itajaì conquistando il terzo posto e 20 punti di tappa. Franck Cammas salirebbe quindi a 127 punti, mantenendo la seconda posizione nella classifica generale con 20 punti di ritardo da Telefonica.

Yann Riou, il media crew member di Groupama 4 nel suo blog ha raccontato che:
“Come previsto il vento è calato abbastanza e di conseguenza anche la nostra velocità. Però non abbiamo problemi e continuiamo. Stamattina Damian Foxall ha issato la tormentina, che si usa come fosse una trinchetta e la trinchetta fa l’uso del genoa. Mi piacerebbe vedere dall’esterno che effetto fa la barca armata in questo modo.”

Groupama naviga con il suo armo di fortuna. Foto Riou

Dall’altra parte del Sud America, Camper sta navigando velocemente verso Capo Horn, distante alle 15:55 UTC di oggi circa 500 miglia mentre l’arrivo è a 2.283 miglia. L’obiettivo di CAMPER with Emirates Team New Zealand è di portare a termine la quinta tappa per poter guadagnare i 15 punti assegnati al quarto e restare sul terzo gradino del podio della classifica generale con 119 punti, visto che gli americani di PUMA Ocean Racing powered by BERG, con la bella vittoria di tappa sono risaliti a 113 punti. “Il vento ha cominciato a rinforzare lentamente, dopo essere stato leggero per tutta la giornata. Per noi è positivo, perché ci permetterà di aumentare il ritmo verso Capo Horn prima di mercoledì, quando arriverà molta più aria di quanto sia necessario.” Riporta oggi il media crew member neozelandese Hamish Hooper.

Foto Riou

Mentre i due team cercano di raggiungere Itajaì il prima possibile, nel porto brasiliano gli shore team di PUMA e Team Telefónica hanno già cominciato i lavori di verifica e di messa a punto delle barche per ritornare alla competizione in piena forma. Abu Dhabi, che raggiungerà Itajaì in nave, sembra essere quello maggiormente a rischio come tempi, visto che il 21 aprile è prevista la In Port e domenica 22 aprile si parte per la sesta tappa fino a Miami. Considerando le riparazioni da fare su Azzam, i tempi sono davvero strettissimi per Ian Walker e compagni.

I video:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here