SHARE

Marina di Scarlino- La classe Esse 850, bel monotipo progettato dallo Studio Felci e costruito dai cantieri Galletti o Proteus, ha disputato il suo Italian Open alla Marina di Scarlino, nelle acque della Maremma toscana. Erano 12 le barche in acqua, con larga rappresentanza di armatori svizzeri e tedeschi ma anche due equipaggi italiani.

La regata, prevista su tre giornate, ha visto tre prove il venerdì, con venti oscillanti tra Maestrale e Tramontana, nessuna prova il sabato per la pioggia incessante e ben quattro prove la domenica con Libeccio in crescita tra 10 e 16 nodi.

Esse 850 in regata in Maremma

La vittoria è andata allo svizzero Ottocinque di Alain Marchand (1-2-1-3-1-1-2) che ha preceduto i connazionali Papa Carlo X del ticinese Benedetto Pedrazzini e Aspra di Urs Oldani. Primo degli italiani è stato Nikita di Dario Mamone.

L’evento è stato organizzato dal Club Nautico Scarlino con il supporto di Sorgenia e OneSails. Alla premiazione è stato estratto a sorte un soggiorno per 2 persone presso il Relais Vedetta, splendida struttura ricettiva sulle colline di Scarlino, partner della manifestazione.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here