SHARE

Itajaì, Brasile- Si è finalmente conclusa la quinta tappa per Camper. Il Volvo 70 ispano-neozelandese ha tagliato il traguardo di Itajaì alle 14:35:44 CET di oggi, concludendo quindi la tappa in quarta posizione con 15 punti in più in classifica. A questo punto a Itajaì deve arrivare solo Azzam Abu Dhabi, che sta giungendo via nave da Perto Montt con una squadra di costruttori già presente sul posto per riparare a tempo di record lo scafo.

Camper arriva a Itajaì. Foto Roman

Camper ha navigato per circa 9.000 miglia e 11 giorni in più rispetto agli avversari. Come si ricorderà lo scorso 3 aprile, Camper era riparato a Puerto Montt, in Cile, per una riparazione allo scafo durata cinque giorni in seguito a gravi danni strutturali riportati nel Southern Ocean.

Lo skipper Chris Nicholson ha descritto la tappa così: “Questa tappa, prima che lasciassimo Auckland, aveva un potenziale enorme per noi. Uno dei nostri fattori di forza era l’affidabilità. Ma, come succede sempre in questa regata, ci sono state delle sorprese e questa è stata una di quelle per noi. Avevamo fatto moltissimi test sulla barca e non avevamo mai avuto alcun problema. Quindi quello che è successo è stato inaspettato e deludente. Però la reazione del team si è dimostrata tutto tranne che sorprendente o inaspettata, tutti hanno lavorato duro per risolvere il problema che ha drenato risorse e energie per quello che è stata quasi una ricostruzione della barca in Cile, prima di poter rientrare in gara.” Secondo Nicholson quanto accaduto ha rinforzato la coesione nel team: “Sì, le avversità rendono il gruppo più forte e noi siamo più forti che mai.” Nicholson si è detto comunque felice di ottenere i punti del quarto posto. “Sono 15 punti preziosi, non sapremo quanto fino alla fine a Galway. Ho l’impressione che saranno vitali.”

Il video:

Per l’equipaggio e lo shore team di CAMPER i prossimi giorni si prospettano decisamente intensi, visto che oltre a recuperare le forze tutti saranno impegnati a mettere a punto la barca per i prossimi impegni, la DHL In-port race di sabato ma soprattutto la sesta tappa da Itajaì a Miami, che partirà domenica. “Credo dovremo togliere l’albero, ha fatto 9.000 miglia senza essere controllato quindi ha bisogno di una verifica. La barca è in condizioni perfette, quindi probabilmente non dovremo toglierla dall’acqua. Però ci sono una serie di piccoli lavori da fare. Potremmo anche scendere dalla barca e tornare sabato, prenderci una pausa, ma è possibile che un piccolo problema si trasformi in uno più serio, quindi non faremo così. Lo shore team lavorerà duro per riportare tutto al massimo, e conoscendoli i ragazzi faranno tutto ciò che è necessario. Ciò che mi preoccupa non è la mancanza di riposo ma piuttosto la mancanza di preparazione sulla meteo della prossima tappa. Dovremo leggere con attenzione le note del team di terra per capire cosa ci aspetta.”

La nuova classifica vede quindi Camper al terzo posto con 119 punti. Eccola:

Telefonica 147

Groupama 127

Camper 119

Puma 113

Abu Dhabi 55

Sanya 25

Come noto Sanya riprenderà la regata da Miami.

La Inport Race di Itajaì è prevista per sabato 21 aprile, mentre la sesta tappa Itajaì-Miami parte domenica 22.

www.volvooceanrace.com

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here