SHARE

Itajaì, Brasile- Iniziata per Abu Dhabi la corsa contro il tempo per potere essere alla partenza della Inport Race di sabato e della Leg 6 di domenica da Itajaì a Miami. Il cargo che ha trasportato Azzam da Puerto Montt a Itajaì è arrivato questa mattina e alle 14 ora locali lo shore team dovrebbe poter iniziare i lavori. Come si ricorderà, Ian Walker e il suo equipaggio avevano dovuto effettuare una riparazione di fortuna nel bel mezzo del Southern Ocean per rimediare a una preoccupante delaminazione sulla finacata sinistra del loto Volvo 70. La cosa era stata risolta con 35 bulloni passanti, inseriti nello scafo facendo sbandare la barca da un lato grazie all’uso della canting keel. Operazioni complicatissima ma che era andata a buon fine. Lo skipper, però, non se l’è sentita di doppiare Capo Horn, con una nuova burrasca in arrivo, in quelle condizioni e ha finito con dirigere su Puerto Montt, dove Azzam, per la seconda volta in questa Volvo Ocean Race, è stato caricato su una nave per completare la tappa.

Azzam a bordo della nave all'arrivo a Itajaì. Foto Todd

Il lavoro si riparazione sta coinvognendo ben 18 uomini, suddivisi in 5 squadre, che dovranno fare in appena 40 ore ciò che impiegherebbe in tempi normali almeno 72 ore. Anche così, comunque, non sarà facile per Abu Dhabi essere alla partenza della DHL Inport Race prevista per sabato prossimo. L’augurio, ovviamente, è che Walker e compagni ce la facciano.

Da segnalare anche che la Giuria Internazionale ha rigetttato questa mattina la protesta contro telefonica, per il numero massimo di vele portate a bordo nella quarta tappa. La Giuria ha ritenuto soddisfacenti le assicurazioni presentate dagli spagnoli.

La flotta della Volvo Ocean Race ritorna in azione oggi, con la regata di prova delle 19:00h (ora italiana, le 14 locali) che non assegna punti ma che costituisce la prima occasione per i team di fare conoscenza con il campo di regata brasiliano, dove PUMA Ocean Racing powered by BERG (su cui regata in questa tappa l’italo-antiguano Shannon Falcone), Team Telefónica e Groupama 4 hanno potuto tirare i primi bordi dopo essere stati rimessi in acqua a inizio settimana. Questa sera si svolgerà anche la cerimonia ufficiale di premiazione della quinta tappa. Domani, poi, avrà luogo la Pro-Am race a partire dalle 17 (le 12 ora locale), la prova a cui partecipano equipaggi misti formati da cinque/sette velisti e vari invitati a cui si offre l’occasione unica di vivere in prima persona l’emozione di navigare e regatare a bordo di un Volvo Open 70.

Shannon Falcone. Foto Roman

Le prove che assegnano punti ritornano invece sabato con la DHL In-Port Race Itajaí alle 19 (le 14 ora locale) in cui è prevista la partecipazione di cinque barche, assente Team Sanya che si è ritirato dalla quinta tappa e sta raggiungendo gli USA via nave. La regata assegnerà sei punti al vincitore e a scalare 5, 4, 3, 2 agli altri che, vista la classifica piuttosto corta avranno grande importanza.

Domenica, infine, alle ore 19 italiane, la flotta taglierà la linea di partenza della sesta tappa, 4.800 miglia da Itajaì a Miami, negli USA. In palio 30 punti per il vincitore  e 25, 20, 15, 10 per le altre posizioni.

La sesta regata 
in-port della Volvo Ocean Race 2011-12 e la partenza potranno entrambe essere seguite in diretta sul sito internet dell’evento www.volvooceanrace.com a partire dalle 18.45 CET.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here