SHARE

Hyeres, Francia- Le Medal Race di oggi, ovviamente ancora disputate con vento forte, hanno concluso la Semaine Olympique Française, quarta tappa della Coppa del Mondo ISAF. L’intensità del vento. che ha toccato i 30 nodi con raffiche vicine ai 41, ha costretto il Comitato di regata ad annullare la Medal Race della classe 49er, le prove delle classi Skud 18, 2.4 mR, Sonar e le finali del Match Race femminile.

Giulia Conti, Flavia Tartaglini e Giovanna Micol, le tre italiane in Medal Race a Hyeres

Piuttosto sfortunata Flavia Tartaglini (SV Guardia di Finanza), impegnata nella Medal Race della classe RS:X femminile, che domina la regata ma per un errore in strambata nello slalom finale termina la medal al quarto posto concludendo comunque con un buon sesto posto finale. Giulia Conti e Giovanna Micol (CC Aniene), l’altro equipaggio italiano in gara oggi nel 470 femminile, taglia il traguardo in 9ª posizione ed è settimo in classifica.

Interviste agli atleti azzurri impegnati in Francia su www.sailrev.tv

RS:X Femminile (40 atlete, 2 italiane)
Ancora molto positiva l’ultima giornata di regate a Hyeres per Flavia Tartaglini (SV Guardia di Finanza). L’atleta romana termina la Medal Race con un ottimo quarto posto che le consente di mantenere la sesta posizione della classifica generale con 74 punti (parziali 10-6-3-13-7-6-(14)-11-9-1-4). Successo finale per la tedesca Delle (43 pt), davanti alla polacca Dziarnowska (51 pt) e alla francese Picon (43 pt). Veronica Fanciulli (LNI Civitavecchia) chiude al 34° posto.

Queste le dichiarazioni della Tartaglini: “Condizioni molto simili all’ultima regata di ieri con vento più forte. Molto buona la partenza e la prima bolina. Molto bene il lato di poppa che mi ha permesso di girare la boa per prima. Non ho coperto la seconda che è andata a sinistra e mi ha girato davanti alla boa di bolina. Ho rimontato e l’ho superata nel secondo lato di poppa. Ero in testa tranquilla con un vantaggio di 100 metri ma nello slalom finale ho sbagliato una strambata e sono caduta. L’attrezzatura è volata via e ho perso 30 secondi per recuperarla. Mi hanno superato in tre e ho chiuso in quarta posizione. E’ un vero peccato – ha concluso Flavia – con queste condizioni mi trovo a mio agio e avrei potuto chiudere con un primo posto, forse dovrò lavorare di più sulle manovre visto lo slalom finale.”

470 Femminile (48 equipaggi, 2 italiani)
La SOF 2012 di Giulia Conti – Giovanna Micol termina con il 7° posto assoluto in classifica e 91 punti (7-4-6-12-12-(25)-3-14-3-12-9). Vittoria in Medal Race e successo finale per le olandesi Westerhof-Berkhout (26 pt), argento per le statunitensi Clark-Lihan (57 pt) e bronzo per le francesi Lecointre-Geron (58 pt).
Francesca Komatar-Sveva Carraro (CS Aeronautica Militare) chiudono al 37° posto.

“Siamo partite tranquille per la Medal”, ha detto Giulia Conti ai microfoni di sairel.tv, “anche perché visti i distacchi dalle prime potevamo fare poco. Questa settimana è stata utilissima, un ottimo allenamento per quelle che potrebbero essere le condizioni di Weymouth. Se si riesce a navigare con queste condizioni lo si può fare con qualsiasi tipo di vento. E’ stato un buon test anche dal punto di vista fisico e complessivamente siamo soddisfatte. Ora mancano dieci giorni al Mondiale e ci daremo sotto con la palestra. Ci vediamo a Barcellona.”

RS:X Maschile(54 atleti, 4 italiani)
Il francese Bontemps vince nella classe RS:X maschile con 28 punti, precedendo il polacco Miarczynski (30 pt) e il tedesco Wilhelm (35 pt).
Marcantonio Baglione (Albaria WC), migliore degli italiani, conclude al 24° posto in classifica (parziali 11-10-19-12-11-13-23-(25)-21-21) e 141 pt). Federico Esposito (GS Polizia di Stato) finisce al 30° posto. Mattia Camboni (LNI Civitavecchia) è 38° e Manolo Pochiero (LNI Civitavecchia) è 50°.

470 Maschile (82 equipaggi, 4 italiani)
Medaglia d’oro agli australiani Belcher-Page (32 pt), quella d’argento per i croati Fantela-Marenic (46) e bronzo agli olandesi Coster-Coster (54 pt.
Gabrio Zandonà (CV Marina Militare) – Pietro Zucchetti (SV Guardia di Finanza) chiudono al 13° posto (parziali 3-8-2-3-(OCS)-6-26-23-14-3 e 88 punti) mentre Simon Sivitz Kosuta – Jas Farneti (YC Cupa) terminano al 17° posto con i parziali 9-10-7-9-8-8-36-8-(40)-13 e 108 punti. Questi i piazzamenti degli altri italiani iscritti: 40° posto per Francesco Falcetelli-Gabriele Franciolini (CC Aniene), 60° posto per Niccolò Bertola-Danilo Alcidi (CS Aeronautica Militare).

Laser Radial (81 atlete, 2 italiane)
Nel Laser Radial vince la cinese Xu Lija (30 pt) davanti alla belga Evi Van Acker (30 pt) e all’olandese Marit Boumeester (37 pt).
Francesca Clapcich (SV Aeronautica Militare) chiude al 17° posto della classifica (parziali 11-13-7-6-6-9-(26)-11-20 e 83 punti). Laura Cosentino (YC Cortina) termina al 71° posto.

Laser Standard (106 atleti, 5 italiani)
Primo posto in classifica per il tedesco Buhl (18 pt), al secondo il neozelandese Maloney (25) e al terzo l’altro neozelandese Murdoch (30 pt). L’australiano Tom Slingsby, fino a ieri primo, nel corso della Medal Race ha rotto l’albero e si è dovuto ritirare.
In flotta Gold Michele Regolo (CS Guardia di Finanza) chiude al 27° posto (parziali 16-6-10-(OCS)-12-8-19-10-25 e 106 punti) mentre Enrico Strazzera (YC Cagliari) termina al 32° posto con i parziali 10-2-4-18-14-6-36-28-35 a 117 punti. In flotta Silver Marco Gallo (SV Guardia di Finanza) chiude al 37° posto. Alessio Spadoni (CV Muggia) è al 51° posto. In flotta Bronze Giovanni Meloni (YC Cagliari) è 92°.

49er (56 equipaggi, 2 italiani)
Niente Medal Race per la classe 49er a causa del forte vento e vittoria finale per i francesi Dyen-Cristidis (27 pt). Al secondo posto gli australiani Outteridge-Iain (28 pt) e al terzo i danesi Kruger Andersen-Thorsell (35 pt).
Giuseppe Angilella (CC Ruggero di Lauria) – Gianfranco Sibello (SV Guardia di Finanza) chiudono al 18° posto con i parziali 13-8-3-18-10-2-21-12-(23) a 87 punti. Jacopo Plazzi – Umberto Molineris (FV Riva) terminano al 35° posto (parziali (DNF)-18-8-20-DNF-10-11-10-11 e 117 punti).

Finn (41 equipaggi, 1 italiano)
Brendan Casey (AUS) conquista il primo posto nella Medal Race del Finn e la vittoria finale con 28,60 punti. Trujillo (ESP) è secondo con 29 punti e Vasilij Zbogar (SLO, che si allena a Valencia con il nostro Filippo Baldassari) è terzo con 34. Paolo Cisbani chiude al 41° posto.

Star (25 equipaggi, nessun italiano)
L’equipaggio britannico Percy-Simpson vince l’oro con 21 punti, argento per i francesi Rohart-Ponsot (35 pt) e bronzo per gli svedesi Loof-Salminen (36 pt). In questa classe non c’erano equipaggi italiani in gara.

Match Race Femminile (17 equipaggi, nessun italiano)
Non avendo disputato l’ultima giornata di regate il primo posto e la medaglia d’oro vanno all’equipaggio americano Tunnicliffe-Vandemoer-Capozzi. Secondo posto per Barkok-Kratzig Bumam-O’Reilly (USA) e terzo posto per Skudina-Suizeva-Oblova (RUS)

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here