SHARE

Banchi di Terranova- Dopo due giorni di alti e bassi, Maserati di Giovanni Soldini sta approfittando da ieri sera di un’ottima fase meteo per guadagnare un discreto vantaggio sul record del Nord Atlantico di Mari Cha IV. Alle 9:36UTC di oggi (le 11:36CET), terzo giorno di navigazione, Maserati aveva circa 160 miglia di vantaggio sull’analogo passaggio di Mari Cha IV e aveva ancora 1.923 miglia da percorrere prima di Lizard Point. Ricordiamo che il record da battere è di 6 giorni, 17 ore, 52 minuti, 39 secondi. a 18,5 i nodi di media.

Maserati a 24 nodi nel Nord Atlantico. Foto Maserati

La rotta scelta da Soldini e dal suo equipaggio è molto settentrionale e sta passando quasi a lambire Terranova, in una zona notoriamente difficile per nebbie e ghiaccio. Il fronte con cui sta navigando Maserati dovrebbe continuare a spingere bene per i prossimi tre giorni. Più problematica sembrerebbe la fase finale, con una situazione incerta all’ingresso della Manica, a Lizard Point.

“Stiamo per entrare nella zona degli iceberg e ne usciremo tra circa 130 miglia. L’acqua è a 3°C. Abbiamo cominciato a rallentare un po’ per prudenza. Siamo stati costretti a fare una rotta così a nord che passa tra gli iceberg di Terranova perché l’alta pressione delle Azzorre è posizionata molto a nord. Saliremo fino a 49°N e poi punteremo in direzione di Lizard Point.Maserati e l’equipaggio si stanno comportando benissimo e siamo molto contenti del vantaggio che abbiamo rispetto a Mari Cha IV. Le prossime ore saranno cruciali. Staremo con gli occhi ben aperti”.

La mappa degli Iceberg nel Mare di terranova dove sta passando Maserati. Il numero nelle varie caselle indica quanti iceberg ci sono per grado quadrato (circa 60 miglia quadrate)

Il video di ieri:

www.maserati.soldini.it

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here