SHARE

Marina di Scarlino- Va a Maidollis di Gianluca Perego (FV Desenzano), con Giovanni Pizzatti al timone, Francesco Bianchi alla tattica, Nicola Pavoni e Michele Pavoni a prua, la terza tappa della Volvo Cup Melges 24, conclusasi oggi al Club Nautico e alla Marina di Scarlino, nella Maremma Toscana. Oggi, dopo circa un’ora e mezza di attesa sotto un cielo nuvoloso, è stata disputata una prova con vento da Sud sui 10 nodi, vinta da La Besa on Kimberly di Daniele Sereni, con Marco Schirato al timone, che ha preceduto lo stesso Maidollis e Little Wing di Maurizio Loberto, con Enrico Zennaro al timone e Branko Brcin tattico. A seguire, quando si avvicinavano le ore 15, tempo massimo previsto dalle istruzioni di regata per poter dare una partenza, il Comitato di Regata ha provato a far partire la sesta prova. Un richiamo generale, però, ha vanificato il tentativo, con il tempo massimo che scadeva subito dopo. Per tutti, quindi, rientro in porto, dove le operazioni di alaggio coordinate dallo Yacht Service si sono svolte celermente.

Maidollis segue Gullisara a un giro di boa oggi a Scarlino. Foto Roberto Marci

Nella classifica finale, quindi, Maidollis (6-1-15-1-2) ha preceduto Blu Moon del ticinese Franco Rossini, con Flavio Favini al timone, il due volte azzurro di 470 Matteo Ivaldi alla tattica, Stefano Rizzi alle scotte, Manuele Pasotti e Nicholas Dal Ferro a prua. Per Blu Moon i parziali sono stati 5-27-1-2-6. Terza posizione per Little Wing di Maurizio Loberto, con Enrico Zennaro al timone e Branko Brcin alla tattica: per loro i parziali sono 2-7-2-10-3. Seguono a completare i primi cinque Gullisara di Giuseppe Comerio, lo svizzero Poizon Rouge.

La classifica corinthian è stata vinta dall’estone Lenny di Tonu Toniste, davanti a La Besa of Kimberly di Daniele Sereni con Marco Schirato timoniere e Pensavo Peggio di Beppe Zavanone con Alessio Marinelli al timone.

Per Maidollis si tratta del secondo successo nella Volvo Cup Melges 24, dopo quello del 2010 a Sanremo. “Siamo molto contenti”, ha detto il timoniere Giovanni Pizzatti, “anche perché abbiamo ripreso a regatare dopo una stagione di pausa e vincere qui fa sempre piacere, visto l’ottimo livello delle regate. Per noi l’obiettivo della stagione è ovviamente il Campionato del Mondo a Torbole, dove ci sentiamo di giocare un po’ in caso ma sappiamo che sarà un appuntamento assai difficile”.

La regata è organizzata da Volvo Cup e dal Club Nautico Scarlino, con il supporto di Sorgenia, Marina di Scarlino e Yacht Service. Partner tecnico Serraiola Wine.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here