SHARE

Anzio- Gli Half Ton IOR sono tornati ancora una volta a riempire il Golfo di Anzio. Si è concluso, infatti, il Mahyma Half Ton Classic Trophy, IV Campionato Nazionale Half Ton Classic, organizzato dal Circolo della Vela di Roma. Dopo due giorni di bastoni nel Golfo di Anzio, la flotta degli Half Ton italiani è partita sabato mattina per disputare la sesta e ultima prova del campionato di classe, un percorso di 75 miglia con l’isola di Ponza da lasciare a sinistra. Lo Scirocco previsto ha soffiato a 15 nodi con groppi a fino a 22, costringendo la flotta a bordeggiare con mare formato fino all’isola pontina. La prima barca a passare sotto la Punta della Guardia è stata Purchipetola di Domenico Rega verso le ore 20. Con il tramonto il vento è calato, ha girato a Ovest e ripreso a soffiare a 13 nodi, permettendo alla flotta un ritorno veloce verso Anzio, di bolina larga mure a sinistra. Un solo ritiro da segnalare, quello di Eulimene.

Rangiriri in regata

È Rangiriri, il prototipo Farr 31 dell’armatore Claudio Massucci, barca che vinse nel lontano 1977 la Half Ton Cup di Sydney l’anno stesso del suo varo, a essersi aggiudicato il premio “Peppino Morasca”, riservato alla prima barca classificata in tempo reale. È stato seguito da Loucura, Farr 31 di serie di Fabrizio Gagliardi, e da Purchipetola, la barca che in tempo compensato è risultata prima classificata nella lunga, seguito da Loucura, Rangiriri ed Elena Celeste.

Al termine della regata, in classifica generale, Elena Celeste di Massimo Morasca ha conservato il primo posto conquistato sui bastoni sin dal primo giorno, dove ha infilato 4 primi su 5 manche disputate. Elena Celeste riprende così il titolo di campione che aveva già fatto suo nel 2010. Questo prototipo in lamellare del 1976 è un “miracolo vivente per tutte le vicissitudini accadute” secondo il suo armatore che ha curato il restauro in modo maniacale e l’ha ottimizzato nel rating (tolto volanti ed accorciato tangone). Oltre allo skipper, tattico e timoniere Massimo Morasca, l’equipaggio di Elena Celeste è composto da Roberto Sorge (tailer), Andrea Orestano (tailer), Mauro Mirenda (drizze), Renato Costi (navigatore) e Pietro Bianchi (prodiere).

Per il restauro eseguito nel rispetto dello spirito originale dell’imbarcazione con materiali ed attrezzature originali, il trofeo Half Ton Spirit Challenge è stato vinto da Donald Duck, il Duck 31 di Vincenzo Mangione.

Le prossime tappe del circuito della classe Half Ton Italia sono la Ponza per tutti, organizzata dal Nettuno Yacht Club dal 30 giugno al primo luglio, una regata costiera organizzata dallo stesso circolo il 6 luglio, l’Asteria Challenge Trophy organizzato dal Circolo della Vela di Roma dal 5 al 9 settembre, la Coppa Italia organizzata dal 21 al 23 settembre dal Club Nautico Roma e, dal 7 al 13 ottobre, il Trofeo Incarbona, organizzato dal Circolo Velico Fiumicino.

www.cvroma.com

Affiliata alla Half Ton Class Europe, la classe Half Ton Italia è ospite del Circolo della Vela di Roma di Anzio e ha come sponsor Mahyma, boutique on-line di sciarpe di alto pregio in cashmere.

http://halftonitalia.wordpress.com/

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here