SHARE

Aggiornamento ore 9:30, 15 giugno– Groupama potrebbe aver dato la zampata decisiva per una storica vittoria nella Volvo Ocean Race. L’avaria di Telefonica che, a mezzanotte di ieri, ha rotto il timone di sinistra e subito un’avaria a quello di destra, ha costretto gli spagnoli a navigare in poppa a velocità ridotta verdo Lorient. Per cui via libera a Groupama, con cui Telefonica aveva dato vita a un appassionante ed estremo duello per tutta la giornata di ieri.

Alle 7UTC di oggi Groupama era a 95 miglia da Lorient, per un’arrivo previsto tra le 11 e le 12UTC, tra le 13 e le 14 in Italia. Sono 22 le miglia di vantaggio su Puma e 23 quelle su Camper. Telefonica, che con quest’avaria dice addio al sogno di conquistare la vittoria di una regata che aveva dominato per la prima metà, è scivolata in quinta posizione ed è a 87 miglia.

Groupama vola verso la vittoria nella Volvo Ocean Race? Foto Riou

Lorient, Francia- Pazzesco. Il pomeriggio di giovedì 14 giugno alla Volvo Ocean Race sarà ricordato come uno dei più avvincenti dell’intera storia del giro del mondo in equipaggio. I quattro Volvo 70 che puntano alla vittoria finale si sono dati battaglia spingendo al massimo, a medie folli, nella burrasca a 40 nodi nel Mar di Biscaglia. Più di tutti, sono stati Groupama e Telefonica, i primi due della classifica generale separati da soli 8 punti, a darsi battaglia in un continuo alternarsi di emozioni. Prima è Groupama a pagare pegno per una randa che non scende quando c’è da prendere i terzaroli. Un uomo, Brad Marsh, deve salire più volte in testa d’albero con 35 nodi di vento per risolvere il problema. Telefonica ne approfitta e con una velocità estrema allunga fino a 10 miglia di vantaggio. Verso mezzogiorno, però, è Telefonica a rompere un timone, con la barca spagnola che in appena un’ora riesce a rimettere a posto quello di rispetto e a riprendere la corsa. Nel frattempo, però, è scivolata in terza posizione, scavalcata dai francesi e da Puma. Camper, intanto, si è portato più vicino al centro della depressione e con 565,82 miglia stabilisce la miglior percorrenza sulle 24 ore in questa edizione della Volvo Ocean Race (a cui andrà l’IWC Schaffhausen Speed Record Challenge).

Al timone di Groupama nella burrasca. Foto Riou

Iker Martinez non ci sta e torna a spingere al massimo il suo Telefonica, come fosse il 49er olimpico con cui tra poco più di un mese scenderà in acqua a Weymouth per i Giochi. Miglio dopo miglio, navigando più basso e mediamente più veloce, Telefonica riprende Groupama e lo mette dietro di un paio di miglia. A quel punto occorre pensare alla strambata decisiva nella burrasca, mentre fuori le condizioni sono terribili: vento fino a 44 nodi e onde di 5 metri, con le barche che viafggiano a medie di 23/24 nodi. Il vmg dei Volvo 70 impone di tenere certi angoli per ottimizzare la velocità, che sale esponenzialmente sui 140-145° rispetto al vento reale. Non si scende di più perché si perderebbe velocità. Poco prima del tramonto, è proprio Telefonica a strambare per primo, seguito da Groupama, poi Puma e Camper. Tutto va bene e lo sprint continua, stavolta con rotta diretta verso est.

A bordo di Puma. Foto Ross

Alle 23:30 di giovedì, Telefonica precedeva Groupama di appena un miglio. Lorient è a 295 miglia, con un’ETA prevista intorno alle 12UTC di domani. Prua contro prua, senza mollare un attimo. Chi arriverà primo a Lorient farà forse un passo decisivo verso la vittoria finale.

Guardate questo video da Groupama, con straorzata estrema:

Intorno a mezzanotte Telefonica sembra aver accusato un nuovo problema, con la velocità che è drasticamente diminuita per circa 5 minuti, con Groupama di nuovo avanti di un paio di miglia. Ricordiamo che a 24 nodi di velocità 2 miglia si coprono appunto in 5 minuti. Telefonica, dopo essersi quasi fermata per 5 minuti, ha ripreso a navigare ma con andatura in poppa. Ciò potrebbe far supporre un nuovo problema al timone, che costringe a quell’andatura per far pescare il secondo timone. Momento decisivo per Groupama?

Il video di oggi:

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here