SHARE

Lorient, Francia- Mentre Groupama ha vinto la Leg 8 della Volvo Ocean Race (arrivo alle 11:31 UTC, le 13:31 italiane) a Lorient e ipoteca la Volvo Ocean Race, arriva questo incredibile video di un’onda frangente su Camper stamani nel Mar di Biscaglia.

L'onda che travolge Camper in planata estrema

Tenetevi forte:

 

Dopo Groupama, che si porta a 219 punti nella classifica generale, è giunto Camper, salito a 191, seguito da Puma, che va a 196, Abu Dhabi, Telefonica, che sale anche lei a 191, e Sanya. Franck Cammas ha quindi ben 23 punti di vantaggio sul secondo con due inshore e una lunga ancora da disputare. Un margine rassicurante per quella che potrebbe essere la prima storica vittoria francese alla Volvo Ocean Race.

L'arrivo di Groupama a Lorient

 

Un felicissimo Franck Cammas ha commentato a caldo: “E’ una sensazione bellissima per noi e per tutto il team. E’ stata dura, una tappa corta ma durissima e la scorsa notte è stata complicata per tutti e ovviamente anche per noi, c’era davvero tanto vento, ma alla fine è andato tutto bene. La chiave del successo sono state la concentrazione, la barca e la fiducia. Per noi è un sogno covato per 10 mesi, e arrivare qui da vincitori è bellissimo. Ci rimane ancora una tappa, è importante navigare bene. Sogno il momento in cui potrò mettere le mani sul trofeo a Galway…”

Malgrado fosse la più corta delle tappe fin qui disputate, con meno di 2.000 miglia da Lisbona a Lorient, non è certo stata una frazione senza sorprese o sfide. La flotta ha infatti dovuto affrontare la fase difficile dell’anticiclone delle Azzorre, prima di poter lasciare a destra l’isola di Sao Miguel unico punto obbligato del percorso mentre nella seconda parte ha dovuto resistere a una violentissima bassa pressione, con venti oltre i 40 nodi e onde che sono arrivate a 7/8 metri di altezza. Condizioni che hanno messo a dura prova sia i mezzi che gli uomini ma che hanno anche prodotto incredibili velocità, con percorrenze sulle 24 ore da record. E’ stato CAMPER a far registrare il miglior log dell’intera regata, con 565,8 miglia che gli sono valse l’IWC Speed Record Challenge.

E, dopo un appassionante duello per il secondo posto fra CAMPER e PUMA sono stati proprio gli ispano/neozelandesi a chiudere in seconda posizione a Lorient, tagliando la linea del traguardo alle 13.30 mentre gli americani li hanno seguiti in terza piazza appena 13 minuti dopo.

Lo skipper australiano di CAMPER Chris Nicholson ha spiegato così la prestazione: “All’inizio della tappa eravamo indietro e sapevamo che sarebbe stata dura arrivare alle Azzorre al lasco, ma poi con il vento forte eravamo sicuri di poter recuperare. Quando ci si trova con 40/45 nodi di vento, si cerca solo di uscirne tutti interi, si dimenticano i risultati, si vuole solo far passare la nottata, e fortunatamente noi ci siamo riusciti e siamo stati veloci. Tutti dicono che è stata la peggior botta che abbiamo preso in questo giro, la notte scorsa ci sono stati momenti in cui andavamo a 38 nodi, infilandoci nelle onde, al buio, è folle. Meno male che le barche sono costruite bene, perché di certo noi non le trattiamo bene. Adesso Groupama è in una bella posizione, è un buon team, la barca è veloce e sono bravi nella tattica.”

Anche Tom Addis, il navigatore di PUMA, una volta arrivato a terra ha descritto quanto accaduto negli scorsi cinque giorni. “Dura, non è stata una regata molto tattica, se si fa eccezione per le virate nel fiume a Lisbona, poi abbiamo fatto una virata e una strambata in 2.000 miglia, incredibile. Era una gara di velocità e noi non siamo stati velici abbastanza, abbiamo fatto fatica in certi momenti ma siamo contenti. Siamo molto contenti di questo terzo posto, tutti hanno spinto al massimo e anche noi, qualcuno ha rotto, quindi credo che sia parte del gioco.” Soddisfatto a metà lo skipper Ken Read: “Terzi e di nuovo sul podio, comincia a essere una situazione familiare, ma a questi livelli non è sufficiente. Abbiamo perso punti rispetto al leader, non siamo matematicamente fuori dalla lotta per la vittoria finale, anche se ci siamo complicati un po’ la vita.”

Prossimo appuntamento per la flotta è la regata In-port di Lorient, in programma per il prossimo 30 giugno. Il giorno successivo, domenica 1 luglio partirà invece la nona e ultima tappa di questa edizione della Volvo Ocean Race: 485 miglia di sprint dal porto bretone di Lorient a quello irlandese di Galway, che si prospetta combattuta come non mai.

Maggiori informazioni, immagini e notizie sul sito internet ufficiale www.volvooceanrace.com

Classifica provvisoria ottava tappa, Lisbona/Lorient:
1. Groupama sailing team, 4d 23h 31m 04s
2. CAMPER con Emirates Team New Zealand, 5d 0h 30m 09s
3. PUMA Ocean Racing powered by BERG, 5d 0h 43 04s
4. Abu Dhabi Ocean Racing,05d 02h 17m 25s
5. Team Telefónica
6. Team Sanya

Classifica provvisoria Volvo Ocean Race 2011-12 dopo dieci prove*:
1. Groupama sailing team, 219 
punti
2. PUMA Ocean Racing powered by BERG, 196
3. CAMPER with Emirates Team New Zealand, 191
4. Team Telefónica, 191
5. Abu Dhabi Ocean Racing, 122
6. Team Sanya, 39

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here