SHARE

Roma- Oceano e montagna hanno da sempre affascinato chi ha fatto della sua vita una sfida continua. Un po’ per la voglia di conoscere i propri limiti e superarli, come ben sa Maurizio Vettorato, velista e sciatore di lunga esperienza. All’attivo annovera diversi successi come la scalata dell’Aconcagua, con 6.962 metri vetta più alta delle Ande e del continente americano e l’attraversamento dello Hielo Continental in Patagonia, uno dei ghiacciai più estesi della Terra. Da velista, invece, ha partecipato più volte a competizioni internazionali, oltre ad avere attraversato l’oceano per cinque volte, di cui una in solitario, regatando nella Transat 650.

Maurizio Vettorato a bordo del suo cat con cui attraverserà l'Atlantico dalla Bretagna a Guadalupe

Vettorato tenterà una doppia sfida in solitario: prima salire con gli sci in cima al massiccio Muztagata, montagna di 7.546 metri nella Cina nord-occidentale, per ridiscendere sciando; successivamente attraverserà l’Atlantico da Douarnenez, in Bretagna, fino a Point-à-Pitre, nell’isola caraibica di Guadalupa. Percorrerà 4.600 miglia con un piccolo catamarano di 5 metri.

Per prepararsi al meglio, per i prossimi quindici mesi Vettorato si allenerà seguito da un team di medici dello sport dell’Università di Padova che valuterà le condizioni fisiche dell’atleta ed eventuali problematiche connesse all’alimentazione e al ritmo-sonno-veglia.
Per valutare la tenuta di mente e fisico, proverà prima a scalare il Monte Bianco e poi a circumnavigare l’Italia da Trieste a Genova.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here