SHARE

Punta Ala- (Mauro Giuffré) Tutto pronto a Punta Ala per quello che è considerato uno degli appuntamenti più significativi della stagione d’altura: il Campionato Europeo ORC International – Trofeo Prysmian e Celadrin, organizzato dallo Yacht Club Punta Ala e con il supporto di Slam, che si disputerà nelle acque toscane a partire da lunedì. Fino a questo momento sono 33 le barche iscritte, ma più che il  numero in questa rassegna iridata conta il livello tecnico della flotta, in rappresentanza di 8 nazioni, che quest’anno sembra molto alto.

Di grande interesse la presenza di alcune barche nuove, come il Grand Soleil 39 Morgan IV di Nicola De Gemmis, o il Grand Soleil 46’ Luduan Reloaded di Giovanni Sylos Labini. Occhi puntati poi sul Salona 41 Vitamin-A di Andrea Lacorte, già vincitore quest’anno della 151 Miglia, e sulla coppia di M37, Low Noise di Giuseppe Giuffrè e Coconut di Francesco Sodini. Quando si parla di eventi importanti è sempre presente anche un’altra barca, il Grand Soleil 40 Alvarosky del palermitano Francesco Siculiana, barca veterana di questi appuntamenti che dovrà dimostrare di riuscire a tenere il passo delle più giovani. Curiosità poi per il nuovo Farr 400 svizzero Team Premier Sonnenkoening che verrà marcato a vista dal Gp42 Airis di Cesare Bressan. Non poteva poi mancare il Tp52 Aniene 1ma Classe di Giorgio Martin, fresco vincitore della prova d’altura della Giraglia Rolex Cup, che durante tutta questa stagione ha dimostrato di avere trovato il compromesso giusto con la stazza ORC.

Foto Taccola

Tanti quindi i motivi di interesse e gli ingredienti di successo di questo Campionato Europeo Orc, a partire anche dalla location, Punta Ala, che considerando la stagione e l’alta pressione dovrebbe regalare ai concorrenti delle belle giornata in regime di termica, con una robusta sea breeze che potrebbe soffiare stabile e creare le condizioni ideali per regatare.  La flotta verrà divisa in Classe A (Gph tra 450 e 599.9 secondi/miglio) e Classe B (Gph tra 600 e 660 secondi/miglio), per sfidarsi in una serie di prove a bastone (25, 28, 29 e 30 giugno), oltre che in una regata lunga (26 e 27) tra le isole dell’Arcipelago Toscano.

Non ci sono dei favoriti in assoluto, e come sempre quando la flotta è equilibrata a contare per la vittoria finale sarà la continuità: vince chi sbaglia meno.
Soddisfatto il Presidente dello Yacht Club Punta Ala De Santis che ha dichiarato: “Siamo felici di poter dare il benvenuto ai concorrenti di questo Campionato, è una manifestazione a cui siamo particolarmente legati e che abbiamo avuto il piacere di organizzare in ben sette occasioni. Quest’anno poi la flotta è davvero molto competitiva, il nostro impegno organizzativo è totale e sono certo che alla fine sarà un bellissimo evento”.

www.ycpa.it

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here