SHARE

Roma- E’ scomparso Alain Jézéquel, il grande progettista francese, progettista di molte barche da regata di successo e in Italia conosciuto soprattutto per collaborazione con il cantiere del Pardo, con il progetto del mitico Grand Soleil 39’. Oltre al 39 piedi, Alain Jézéquel firmò anche il Grand Soleil 35’, il Grand Soleil 343 ed il primo Grand Soleil 46’.

Il Grand Soleil 39, progetto notissimo di Jezequel
Un ritratto di Alain Jezequel

16 COMMENTS

  1. io non l’ho mai conosciuto dal vero, ma ho lavorato per 5 anni al CDPardo e mi hanno parlato di lui come genio!

    Gran peccato, abbracccio al figlio! Kim

  2. grazie a tutti … spero che questo articolo arrivi a tutte le persone che lo hanno conosciuto, in mare , in banchina, e specialmente per gli addetti ai lavori in cantiere, lui avrebbe voluto salutarli tutti, uno ad uno. Era particolarmente vicino e affezionato a tutti gli “artisti” del legno che lavoravano fisicamente sui suoi progetti. Fategli arrivare il suo saluto! 😉

    • Didier,
      I assume you are the son of the late Alain Jezequel.
      Let me start by expressing my sincere condoleances to you and the rest of his family.
      I own a Grand Soleil 46 designed by Alain. I find an excellent boat that inevitably draws attention for her performance and her looks.
      I have been trying for a long time to find out if I could get the original drawings of the boat (water lines and rig dimensions in particualr) but I heve been unsuccessful so far. I have tried Cantiere del Pardo but have not got anything.
      I wonder if you can help me find if there are any detailed plans of the boat and how to get them.
      I appreciate your interesr beforehand.
      Marcial

  3. Il sapere che adesso navighi in acque misteriose e infinite mi addolora.
    Mi consola il privilegio di averti conosciuto 30 anni fa, di aver ascoltato i tuoi consigli e apprezzato le tue intuizioni, di averti visto disegnare e raccontare di barche bellissime.
    Ciao Alain, grande innovatore.
    Le mie condoglianze alla famiglia.
    Alberto

  4. E’ stato molto di più che un genio.
    Alla fine degli anni 70, quando tutti copiavano Peterson, Farr era un bambino e nessuno sapeva calcolar niente, Alain inventò una serie di IV classe IOR che sono stati il riferimento per tutta l’evoluzione degli yacht da regata che seguirono.
    L’altro giorno ho visto due ragazzi che rabberciavano Los Angeles, un Jez 116 strausato. Erano sorridenti e felici.
    I tecnici della mia generazione oggi sono più soli.

    Le mie più sincere condoglianze alla famiglia

    Lucio

  5. mitiche regate a bordo del suo jez27 e poi su tutti i GS da lui disegnati. Alain, mi dispiace che tu non ci sia più.

  6. Caro Alain, ti ricordo con molto affetto. Sei stato un grande ispiratore all’inizio della mia carriera di velaio. Per la Quarter Ton Cup di Sanremo (1979) abbiamo piazzato mi pare cinque tue barche nei primi dieci. Ho potuto apprezzare lo spirito e la tua asciutta ironia nel commentare le vele e le varie cose. Mi mancheranno: BUON VENTO !

  7. Addio o arrivederci Sei stato e resterai nella memoria di chi Ti ha conosciuto o anche solo utilizzato e naturalmente vinto con le Tue “creature”un grande. GRAZIE!

  8. ho regatato su tante tue barche. Ho seguito la costruzione di “LOS ANGELES” nel capannone a Imola . mi è rimasto nel cuore “FREE WAY” e le sue regate a Marsiglia con l’amico Sandro BERTI CERONI . e poi tante altre tue meravigliose barche.
    Grande ALAIN.
    ciao
    marco

  9. ……un caro saluto…….ho appena acquistato un GS46 dopo varie ricerche sul mercato, credo di aver fatto un ottimo acquisto…..

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here