SHARE

Gijòn, Spagna- (Mauro Giuffré) Si è conclusa sulle coste spagnole di Gijon la prima tappa, con partenza da Paimpol su un percorso di 504 miglia, della 43ma edizione della Solitaire du Figaro – Eric Bompard Cachemire. La classifica, come quasi sempre in questa manifestazione, parla esclusivamente francese. Vince questa prima tappa  Yann Elies su Groupe Queguiner/Journal des entreprises, che chiude con un tempo di 3 giorni, 3 ore, 9 minuti e 7 secondi, appena 9 minuti prima di Morgan Lagravière su Vendee e con venti minuti di vantaggio su Fabien Delahaye su Skipper Macif 2012.

La flotta, soprattutto per quanto riguarda le prime dieci posizioni, è rimasta piuttosto compatta durante tutta la tappa, con Yann Elies che ha guidato per oltre metà regata. L’ultimo in classifica ha un ritardo di circa 7 ore, relativamente poco su una tappa di oltre 500 miglia, particolare che lascia capire quanto il livello sia alto.

Yann Elies, vincitore della prima tappa della Figarò

L’anticiclone posizionato sulla rotta dei Figaro ha reso comunque la vita difficile ai 33 velisti iscritti alla corsa, che hanno dovuto affrontare una tappa molto più lenta del previsto fino a oltre metà percorso. Nella seconda parte dell’attraversamento del Golfo di Biscaglia l’anticiclone si è spostato portando vento anche sostenuto, che ha permesso ai Figaro di sfrecciare a oltre dieci nodi e macinare velocemente le miglia che restavano all’arrivo di Gijon. L’arrivo nelle Asturie è stato comunque difficile con il vento che, come ha raccontato la skipper Isabelle Joshcke giunta 21ma a 2 ore e 51 dal primo, sotto raffica è arrivato fino a 50 nodi, con una situazione indubbiamente difficile da gestire dopo 500 miglia di regata.

La Solitaire du Figaro ripartirà da Gijon il 1 luglio, destinazione Saint Gilles Croix de Vie, per una tappa di 442 miglia.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here