SHARE

Lorient, Francia-  Sentire Franck Cammas dichiarare che tra i suoi obiettivi futuri c’è anche la campagna olimpica per Rio 2016 nel catamarano misto Nacra 17 è, a nostro avviso, notizia significativa. Per uno che in Francia è considerato un grande dello sport, che ha vinto tutto nella course au large e che probabilmente vincerà la Volvo Ocean Race alla prima partecipazione con Groupama, mettersi in gioco in una classe olimpica non è poco e significa soprattutto un paio di cose: che il 39enne skipper di Aix en Provence ha le ambizioni di un vero sportivo e ha l’umiltà dei grandi. “Sto cercando una ragazza che mi faccia da prodiera, deve pesare una settantina di chili”, ci ha detto al termine della nostra chiacchierata sulla Volvo Ocean Race, che da domani, con la Bretagne Inport Race di Lorient, vivrà la sua fase decisiva.

Partiamo però da questo giro del mondo che, Groupama sta andando a vincere dopo un crescendo costante ma inarrestabile.

Franck Cammas, un po' provato dopo l'arrivo della leg 8. Foto Zedda

Farevelanet Sette mesi fa, ad Alicante, lei ci aveva detto che era qui per imparare questo nuovo gioco: ebbene, pare che lei impari in fretta…

Franck Cammas Beh, in realtà siamo in un’ottima posizione ma possiamo ancora perdere tutto, certo adesso abbiamo più di quanto ci aspettassimo un anno fa. Abbiamo ancora cose da imparare, questo è un gioco dove ogni giorno si apprende qualcosa di nuovo ed è impossibile fare la regata perfetta. La Volvo Ocean Race ti porta a contatto con i team migliori al mondo, ognuno cerca di superarsi ed è per questo che devi sempre migliorare.

FVN Torniamo per un momento all’ultima giornata dell’ottava tappa, quello dello splendido duello contro Telefonica. Raramente abbiamo visto spingere così a fondo delle barche da regata in condizioni così estreme. Ci può raccontare quelle ore?

FC Siamo andati fino all’inferno… Sapevamo che dovevamo spingere sempre di più nel mezzo della bassa pressione e che, a quel punto, della regata non c’erano alternative. Era l’unico modo, per la rotta che dovevamo fare, di andare veloci. Lo si doveva fare, mettendo anche da parte considerazioni di marineria che in altre occasioni, con l’arrivo magari distante ancora molti giorni, ci avrebbe fatto fare considerazioni diverse. A quel punto, invece, sia noi sia Telefonica non avevamo alternative. Bisognava spingere al massimo ed è quello che abbiato fatto, anche con il rischio che uno dei due alla fine rompesse qualcosa. Nella testa di tutti noi c’era solo questo, spingere al massimo per cercare la vittoria di tappa e quella finale. Essere prudenti avrebbe portato a un terzo o quarto posto che alla fine non sarebbe servito. Sapevamo tutti che si poteva rompere qualcosa in qualsiasi momento, ma era così. Dovevi farlo e basta.

FVN Ci racconti come ha saputo della loro rottura.

FC Loro hanno strambato benissimo e noi subito dopo di loro, per cui davvero era l’unica cosa da fare. A quel punto o noi o loro, eravamo gli unici candidati alla vittoria di tappa. Così è anche molto più facile, perché non hai altri avversari da controllare, devi solo spingere al massimo. Quando poi abbiamo visto che loro hanno rotto ancora il timone, allora abbiamo iniziato a frenare un po’. E’ davvero un peccato che gli sia successo, perché sono un grande team e avevano fatto un’ottima tappa. Poteva succedere a noi come a loro, è andata così ma sono state davvero delle ore incredibili e durissime.

FVN Possiamo dire che quello sia stato il momento decisivo della Volvo Ocean Race?

FC Sì, decisamente qualcosa di simile…

FVN Ancora non le chiediamo del risultato finale, visto che mancano ancora due Inshore e una lunga con 42 punti teorici a disposizione, ma avrà una strategia…

FC Non abbiamo bisogno di vincere l’ultima regata lunga, due giorni di mare da Lorient a Galway, ma potremo concentarci sulla barca più vicina, che al momento è Puma (23 punti di vantaggio per Groupama, Ndr) o su quelle che di volta in volta saranno più pericolose tra Camper e Telefonica. Ripeto, però, che la regata non è affatto finita e possiamo ancora perdere tutto.

FVN Dopo due anni di preparazione e sette mesi di regata ci può fare però un bilancio della Volvo Ocean Race, se l’aspettava così?

FC Il livello altissimo, come ci aspettavamo. Abbiamo imparato molto e, per uno skipper francese, è come navigare per cinque anni nella course au large, fare che sò… otto Transat Jacques Vabre e otto Route du Rhum. Soprattutto c’è la possibilità di imparare moltissimo perché i team sono di assoluto valore. Guardi cosa fanno e cerchi di fare lo stesso. Sono stati due anni molto intensi e sì, sicuramente, la Volvo Ocean Race mi piace.

FVN E del nuovo Volvo 65 One Design cosa ne pensa?

FC Credo che non sia ideale fare la Volvo Ocean Race con un One Design, ma è sempre meglio fare la Volvo che rimanere a terra. Credo quindi che, in questo momento economico e con le difficoltà nel mercato degli sponsor, sia una scelta obbligata che il management della Volvo Ocean Race doveva prendere, per cui, sì, alla fine, sono anch’io favorevole a questa scelta e Groupama ci sarà.

FVN Abbiamo sentito di un suo progetto per una campagna olimpica sul cat misto, il Nacra 17, per Rio 2016. Che c’è di vero?

FC Sì, voglio testare il cat olimpico in vista di Rio 2016 e devo trovare una ragazza che mi faccia da prodiera, per cui sì, sono alla ricerca di una “compagna” di barca, che per di più dovrà anche essere pesantina, diciamo una settantina di chili… E poi, perché no, a me piace e voglio regatare al massimo livello possibile e le Olimpiadi lo sono. In più è un progetto che non ho mai fatto ed è per me logisticamente facile, con solo due persone, che potrei portare avanti insieme ad altri programmi. Un’idea eccitante, non ci sono dubbi.

FVN Lo pensiamo anche noi, grazie.

Franck Cammas insieme a Ian Walker, Chris Nicholson e Ken Read alla conferenza stampa di oggi a Lorient. Foto Tognozzi

 

La classifica della Volvo Ocean Race alla vigilia della Inport Race di Lorient:

1
Groupama sailing team
219
2
PUMA Ocean Racing by BERG
196
3
CAMPER with Emirates Team NZ
191
4
Team Telefónica
191
5
Abu Dhabi Ocean Racing
122
6
Team Sanya
39

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here