SHARE

Barcellona, Spagna- La Barcelona World Race è la prima manifestazione sportiva che ottiene, a livello europeo, la certificazione ISO nell’ambito della gestione della qualità, della tutela ambientale e della sicurezza e salute sul lavoro. Le certificazioni si inquadrano nei principi di attività che la FNOB ( Fondazione per la Navigazione Oceanica di Barcellona) ha seguito sin dall’inizio per sviluppare sia la Barcelona World Race che altri suoi progetti.

Ricordiamo che la BWR è una regata intorno al mondo senza scalo in doppio che si disputa ogni quasttro anni sugli Imoca 60 con organizzazione della Fondazione FNOB. Alla prossima edizione sarebbero interessati anche alcuni velisti italiani.

La Fondazione é la prima organizzazione di eventi sportivi in Europa che ottiene simultaneamente le tre certificazioni. Inoltre spera di ottenere il nuovo certificato di visione globale della sostenibilitá nella gestione di eventi che entrerá in vigore l’anno prossimo. Sarebbe cosí la prima organizzazione sportiva a ottenerlo. Maite Fandos, Presidente della FNOB, ha ricevuto da Guillermo Pastor Auguet, Direttore Operazioni B.U. Certificazione di Sistemi di APPLUS, i documenti che accreditano l’ottenimento delle certificazioni relative ai sistemi di gestione della qualità, tutela ambientale e sicurezza e salute sul lavoro durante la Barcelona World Race 2010/11. La regata intorno al mondo a due è così diventata la prima manifestazione sportiva che ottiene la certificazione relativamente  a tre normative: qualità, tutela ambientale,  sicurezza e salute sul lavoro.

Le certificazioni ISO sono delle norme promosse dall’Organizzazione Internazionale di Normalizzazione con sede a Ginevra. Tale denominazione non è un acronimo, come molto spesso si crede, ma proviene dal greco isos (uguale) e la sua funzione principale è quella di cercare la standardizzazione, a livello internazionale, di norme relative a prodotti e sicurezza per le aziende o le organizzazioni. Le certificazioni ottenute dalla FNOB sono la UNE-EN-ISO 9001:2008 (sistemi di gestione della qualità), la UNE-EN-ISO 14001:2004 (sistemi di gestione ambientale) e la OHSAS 18001: 2007 (sistemi di gestione di sicurezza e salute sul lavoro).

L’ottenimento di tali certificazioni è in linea con i principi fondamentali di lavoro su cui si fonda la FNOB (R&S, Istruzione e Conoscenze, Scienza e Tecnologia e Tutela ambientale) e con la sua filosofia di avanzare verso il miglioramento continuo della gestione e del raggiungimento dell’eccellenza imprenditoriale. In tal senso, durante la Barcelona World Race de 2010/11 la Fondazione ha promosso una serie di azioni ambientali nel contesto della regata e ha imposto alle squadre che hanno partecipato l’adozione di pratiche ambientali a bordo dell’imbarcazione IMOCA Open 60. Maite Fandos ha sottolineato l’importanza di aver ottenuto la certificazione ISO per la Barcelona World Race: “La Barcelona World Race è stato sinora un modello di successo, sia nell’aspetto sportivo che in quello economico. Ora è stato fatto un importante passo avanti verso l’eccellenza gestionale. Questo significa che questo non è solo una grande regata ma è anche ben organizzata, il che rende questo un evento degno di essere seguito come esempio”

La squadra della FNOB che nel periodo “caldo”, ovvero durante lo svolgimento della Barcelona World Race, arriva a inglobare oltre  250 professionisti, viene invece ridotta al minimo indispensabile tra un’edizione e l’altra. In tali mesi si approfitta per portare a termine iniziative, tra l’altro, negli ambiti di: comunicazione e pubbliche relazioni, ricerca di sponsor, preparazione di programmi educativi, accordi con i mezzi di comunicazione e gestione dell’enorme fonte documentaria.  Si tratta di un’attività strategica finalizzata a garantire il successo non solo dell’edizione successiva della regata, ma anche degli eventi e delle azioni organizzate dalla FNOB intorno alla Barcelona World Race, come ad esempio la creazione del Centro di Interpretazione Barcelona World Race, il record NY -BCN o il Giro di Spagna. Si tratta di azioni necessarie e orientate a mantenere la presenza nei mezzi di comunicazione, avvicinando la vela oceanica al grande pubblico e garantendo agli sponsor un’adeguata visibilità.

Ricordiamo che la prossima edizione della BWR partirà nel dicembre 2014.

www.barcelonaworldrace.com

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here