SHARE

Weymouth, UK- Tutto pronto a Weymouth per la cerimonia inaugurale della Regata Olimpica, in programma domani pomeriggio sulla spiaggia di Weymouth, mentre nello Stadio Olimpico di Londra, a partire dalle 21 locali, si svolgerà quella dell’Olimpiade, a cui sarà presente anche il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. A Londra saranno anche i componenti della squadra azzurra della FIV, guidati dal presidente Carlo Croce.

La cerimonia inaugurale durerà circa tre ore e la sfilata degli atleti azzurri è prevista attorno alle 22.45.

Giulia Conti e Giovanna Micol con il loro 470 griffato Londra 2012

“Parto per Londra con il cuore che batte – ha esordito Carlo Croce, Presidente della Federazione Italiana Vela – dopo l’esperienza da atleta, ora vado ai Giochi come Presidente ma l’emozione è identica, resta un appuntamento troppo importante. Tutta la squadra ha lavorato molto bene, andiamo a Londra  determinati, ben preparati e pronti all’impegno che ci attende, sapendo che l’Olimpiade è una lotteria dove conta molto l’aspetto psicologico ed emotivo. E’ una regata dove può accadere che il favorito non salga neppure sul podio e l’outsider si metta al collo una medaglia. Dopo la cerimonia – ha continuato il Presidente – andrò anch’io nel Dorset per stare vicino alla squadra e quotidianamente sarò in acqua per seguire i nostri ragazzi in prima persona. La mia giornata sarà quella degli atleti: parteciperò al briefing del mattino, alla riunione tecnica con il metereologo, poi l’uscita in acqua e Il debriefing al ritorno a terra. Rivivrò la giornata tipo di quando ero un atleta, anche se ai miei tempi tutto era molto meno sofisticato. Le mie aspettative rimangono quelle di Loano – ha terminato Croce – quando si svolse la presentazione della squadra, e ripeto quello che dissi allora: con una medaglia saremmo felici, se ne arrivassero due si stapperebbe lo champagne.”

Anche Alessandra Sensini, vincitrice di quattro medaglie olimpiche, ha espresso le sue sensazioni alla vigilia dei Giochi: “Questa è la mia sesta partecipazione alle Olimpiadi – ha detto Alessandra Sensini – ma lo spirito con cui la affronto è quello della prima. E’ un appuntamento che con il passare del tempo diventa sempre più difficile e competitivo ma resta l’evento più importante nella vita di un atleta, una regata che rimarrà nella storia dello sport e nella quale ti giochi il lavoro di quattro anni. Sei edizioni sono tante ma ancora una volta mi rimetto in gioco. Disputare un’Olimpiade è una cosa a cui non ci si abitua mai – ha concluso la Sensini – rivivrò di certo l’enorme emozione della cerimonia d’inaugurazione, un momento che sento molto. E’ una cerimonia molto lunga e impegnativa ma trovarsi tra gli atleti di tutti gli sport regala sensazioni uniche.”

Al termine della cerimonia, l’intera squadra farà ritorno a Weymouth, la località del Dorset dove si svolgeranno le regate.

http://www.sailing.org/olympics/london2012/home.php

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here