SHARE

Weymouth, UK- Dopo le emozioni della cerimonia d’inaugurazione di ieri sera, con un ispirato Danny Boyle che ha ripercorso due secoli di storia britannica a suon di humour e ironia (chi l’avesse persa, può trovare una puntuale descrizione sul sito della Federvela), è tempo di scendere in acqua a Weymouth. Oggi si sono disputate le regate di prova di Star e Finn. Nelle Stelle pare sia già iniziato l’atteso duello tra Robert Scheidt e Iain percy, favoriti per l’oro.

La sfilata della squadra azzurra. Dietro la portabandiera Valentina Vezzali, in prima fila spicca Alessandra Sensini. Attorno a lei, notiamo, un po' troppi dirigenti CONI e un po' troppo pochi atleti. Ma non dovrebbero essere gli atleti il "core business" dell'Olimpiade e del governo dello sport italiano? Foto Reuters

La meteo Per domenica, prima giornata di regata per Finn e Star, è atteso un vento da Sud Ovest sui 15 nodi, con raffiche fino a 20.

I Finn disputeranno la prima prova nel campo Nothe vicino al villaggio pubblico, per poi spostarsi in uno dei campi esterni per race 2. In acqua Filippo Baldassari, che dovrà subito mettere alla prova la sua ottima velocità e preprazione fisica con la necessaria qualità nelle partenze e nel bordeggio, indispensabile a questi livelli contro Sua Maestà Ben Ainslie, il suo sparring partner di Valencia e due volte medaglia Vasilij Zbogar e gli altri mostri sacri della classe. Baldassari (Fiamme Gialle) parte con l’obiettivo di arrivare in Medal Race: per il 24enne marchigiano non sarà facile, ma con la necessaria tranquillità ce la potrebbe anche fare visti i progressi degli ultimi 12 mesi seguiti alla selezione olimpica.

Il livello della sfida è enorme, ma d’altra parte non potrebbe essere altrimenti ai Giochi. L’Inghilterra attende con ansia il suo profeta Ben Ainslie, che è dato come superfavorito per l’oro e il record assoluto di vittorie olimpiche nella vela attualmente detenuto da Paul Elvstrom con quattro ori consecutivi.

Così Yachting World, rivista leader della vela inglese, descrive l'attesa per Ben Ainslie. "E' la regata più importante della mia vita", ha detto il fuoriclasse britannico

Nella Star, dove la mancata qualificazione di Diego Negri sarà oggetto di una dovuta analisi a Olimpiadi concluse, c’è grande curiosità per il duello tra il brasiliano Robert Scheidt (con lui Bruno Prada) e l’inglese Iain Percy (a prua Andrew Simpson). Lo svedese Loof, il polacco Kusznierewicz, il kiwi Pepper sembrano i candidati al ruolo di terzo incomodo.

Domani inizia andche la lunga regata del match race donne sugli Elliot, evento che vivrà solo questa Olimpiade, essndo subentrato alla barca a chiglia femminile ma già sostituito per il 2016. Favorite sembrano essere la finlandese Lehtinen, l’americana Tunnicliffe, la francese Leroy e l’inglese MacGregor.

 

Ben Ainslie ha acceso oggi al Sailing Venue di Weymouth il braciere olimpico. Foto IIW

Come seguire le regate

Per i risultati con i giri di boa live: http://www.sailing.org/olympics/london2012/results_centre.php

Per il live blog: http://live.2012.sailing.org/Event/ISAF_Olympic_Sailing_Blog

Saremo presenti a Weymouth per raccontarvi l’Olimpiade della vela dal 1 agosto.

Per aggiornamenti sul nostro Twitter: https://twitter.com/farevelanet

Sulla nostra pagina Facebook: http://www.facebook.com/pages/Farevela/247399595274392

L’aggiornata pagina di Luca Bontempelli su FB: http://www.facebook.com/sailrev.lawebtvdellavela

Aggiornamenti su www.federvela.it

Le Medal Race saranno trasmesse in diretta su SKY Sport.

Il programma

1 COMMENT

  1. Mi piacerebbe conoscere i nomi dei dirigenti del Coni in prima linea e chidergli perchè invece di starsene in fondo alla sfilata o meglio ancora a casa, si sono schierati lì davanti? Ma chi sono, riusciamo a dargli un nome e a fargli la domanda?

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here