SHARE

Weymouth, UK- E’ di Gabrio Zandonà e Pietro Zucchetti nei 470 il miglior risultato azzurro sin’ora ottenito all’Olimpiade delle vela di Weymouth. La vittoria del 470 italiano nella terza prova, la prima di oggi con vento sui 14 nodi nel campo di regata West, è stata autoritaria, con Gabrio e Pietro in testa sin dalla prima bolina, girata con ben 27″ di vantaggio sugli australiani campioni del mondo, segno inequivocabile di una gran velocità. Del resto, già ieri, si era notato che il 470 di Zandonà va proprio veloce in queste condizioni medio-forti, per cui ottimismo e concentrazione.

Gabrio Zandonà e Pietro Zucchetti al lasco sul 470 azzurro. E' l'oro la prima e sin'ora unica vittoria in una prova olimpica. Foto Borlenghi

Zandonà e Zucchetti hanno mantenuto la testa sino alla fine, contenendo anche il ritorno di Belcher-Page, battuti all’arrivo di soli 3 secondi. Zandonà appare raggiante: “L’errore di ieri nella seconda prova è dimenticato e abbiamo regatato bene. A questo punto siamo consapevoli di poter lottare tra i migliori, anche se credo che i primi due, l’australiano e l’inglese siano di un altro pianeta, per noi la lotta è tra i primi dieci e poi vedremo. Non bisognerà più fare errori e per per il bronzo potremmo essere in tanti a poter lottare”.

Un Gabrio Zandonà raggiante nella foto di SailRev/Luca Bontempelli all'arrivo a terra dopo l'1-8 di oggi

Conforta anche la seconda prova della giornata, in cui il 470 della Marina Militare e delle Fiamme Gialle conclude ottavo dopo aver rimontato da un 14esimo alla prima poppa. Dopo 4 prove lo score dei due è 6-26-1-8 per un nono posto che potrebbe migliorare in fretta se non vi saranno altri errori e non sarà compromesso lo scarto. Soprattutto, è evidente che la velocità c’è. Per la determinazione anche, da quello che abbiamo visto negli occhi del 35enne timoniere di Ostia.

1GBR21429.09.0
2AUS392115.015.0
3AUT1471931.031.0
4SWE4681432.032.0
5POR12216535.035.0
6FRA91011636.036.0
7NED8519739.039.0
8NZL28
DSQ
35440.040.0
9ITA6261841.041.0
10ARG5243941.041.0
11USA152210350.050.0
12ESP78122754.054.0
13GRE147201556.056.0
14ISR1711171156.056.0
15GER1317131659.059.0
16CRO28
DSQ
1391060.060.0
17RUS2118141366.066.0
18CHN201562667.067.0
19SUI1116182267.067.0
20JPN1912251268.068.0
21KOR2314152476.076.0
22TUR1023261877.077.0
23FIN2219221780.080.0
24CAN2420212186.086.0
25IRL1625242590.090.0
26RSA1827272092.092.0
27CHI2521232392.092.0

470 F Giulia Conti e Giovanna Micol girano per due volte al quarto posto la prima bolina e poi terminano le loro prime due prove con un ottavo e un decimo posto che le colloca all’ottava piazza dopo 2 prove. “Avevo da ieri un po’ di febbre e non stavo bene”, ha detto la Conti una volta a terra, “nelle boline ce la siamo cavata, ma in poppa proprio non andavamo”. La regata è ancora lunghissima e l’equilibrio nel 470 femminile massimo. In testa ci sono le inglesi Mills-Clark (6-1) davanti alle kiwi Aleh-Powrie (2-6). Per le azzurre si tratta ora di stringere i denti e crederci perché le possibilità ci sono tutte.

1GBR617.07.0
2NZL268.08.0
3NED189.09.0
4USA7310.010.0
5JPN9413.013.0
6BRA11516.016.0
7DEN51217.017.0
8ITA81018.018.0
9CRO41620.020.0
10GER19221.021.0
11AUS14721.021.0
12SLO12921.021.0
13ISR321
DSQ
24.024.0
14POL131326.026.0
15FRA101727.027.0
16SWE171128.028.0
17ESP151429.029.0
18AUT201535.035.0
19ARG161935.035.0
20CHN181836.036.0

Finn Di questa classe, e del duello di domenica tra Ben Ainslie e Jonas Hoegh-Christensen, abbiamo già scritto in altra news. Qui segnaliamo la conclusione della regata di Filippo Baldassari con un poco utile 22esimo posto, che non rispecchia il valore tecnico del 24enne velista di Recanati. Cosa è mancato? Forse la maturità agonistica per una regata di questo livello.

Per il bronzo sarà lotta aperta tra l’olandese PJ Potsma, il francese Lobert, il croato Gaspic e lo sloveno Zbogar, separati da 7 punti.

1DEN112712(8)45334.026.0
2GBR226(12)43136140.028.0
3NED51034(20)13221262.042.0
4FRA9442675(10)3757.047.0
5CRO337956374(10)57.047.0
6SLO865385(9)62658.049.0
7FIN1113853124515(17)93.076.0
8SWE(17)514199101210895.078.0
9NZL71116(17)1161581496.079.0
10ESP121212(23)74151134103.080.0
11EST(14)91111111713111199.085.0
12USA101513172812812(19)116.097.0
13AUS(25)
DNF
716
DPI
14101719995131.0106.0
14GRE421108(25)
OCS
10201979133.0108.0
15CAN16(23)1613121813172012160.0137.0
16POL(25)
DSQ
161716132025
OCS
111416173.0148.0
17RUS138(22)15192216162222175.0153.0
18TUR1814181825
DNE
1411(22)1620176.0154.0
19UKR21
RDG
18.6
RDG
19191519(23)141718183.6160.6
20BRA1520152016(24)14211921185.0161.0
21CZE1918211018(23)18202315185.0162.0
22ITA2022(24)21142117181813188.0164.0
23AUT6192324(25)
OCS
1521242423204.0179.0
24CHN(25)
OCS
17202225
OCS
1622232124215.0190.0

Laser Tom Slingsby si fa scappare il cipriota Pavlos Kontides in race 7 ma vince race 8 con il rivale settimo. Risultato, l’australiano è tornato in testa con 5 punti di vantaggio su Pavlos. Terzo è il croato Tonci Stipanovic. Giornata negativa per Michele Regolo che con un 44-35 retrocede al 35esimo posto.

1AUS212692(15)138.023.0
2CYP941124(12)740.028.0
3CRO56(20)43181360.040.0
4SWE11545(25)104973.048.0
5GUA1107135(20)71073.053.0
6GER141219378(20)487.067.0
7FRA3(21)69191121889.068.0
8GBR10(23)16249181294.071.0
9NZL12817(18)17131591.073.0
10ARG20751112231(50)
BFD
129.079.0
11NED(33)111471114275122.089.0
12URU1532827(30)693121.091.0
13EST718321812(31)31131.0100.0
14BRA172121910(27)2421132.0105.0
15ESP(34)1713152613617141.0107.0
16POL22138241815(29)11140.0111.0
17SIN425262027(34)102148.0114.0
18DEN(36)162482316523151.0115.0
19AUT62022166(28)2322143.0115.0
20NOR32141017155(50)
DNF
24167.0117.0
21CAN18159311424(42)6159.0117.0
22KOR89151435(50)
DNF
1428173.0123.0
23HUN30(34)11123332214159.0125.0
24POR212427(35)1318320161.0126.0
25ISV2422(32)2317211726182.0150.0
26USA35(42)30281626198204.0162.0
27RUS28(40)362224192616211.0171.0
28GRE13
DPI
192141(50)
DSQ
331630223.0173.0
29CHI163225432017(50)
BFD
29232.0182.0
30FIN25282330362221(42)227.0185.0
31CZE292731(34)32251134223.0189.0
32SLO233018333431(50)
DNF
25244.0194.0
33BEL19262926293832(50)
BFD
249.0199.0
34MNE26333532223025(38)241.0203.0
35ITA3135(46)1021324435254.0208.0
36COL4031372539(41)3739289.0248.0
37TUR432941(50)
DNF
37354519299.0249.0
38IRL38443936(46)422827300.0254.0
39TUN413640(44)31394033304.0260.0
40UKR(48)384231
DPI
38403636309.0261.0
41LTU37373338(43)374143309.0266.0
42MEX394144(46)45293040314.0268.0
43CHN2739434542(46)3341316.0270.0
44VEN45(46)343741363444317.0271.0
45TRI4643384028(47)3546323.0276.0
46MON44(45)453940434332331.0286.0
47THA474847424445(50)
DSQ
37360.0310.0
48MAS4247(48)4747443845358.0310.0
49KGZ(49)49494848483947377.0328.0

Laser Radial Lotta accesa, come da previsioni, nel singolo femminile. Non appena il vento è calato l’irlandese Annalise Murphy ha perso la sua imbattibilità e con il 2-10 di oggi retrocede al secondo posto, superata dalla belga Eli van Acker (oggi 8-1). Terza l’olandese Bouwmeester. Francesca Clapcich fa un 18-25 che non serve a molto nella sua rincorsa alla medal race ed è ora 18esima.

1BEL323(8)158131.023.0
2IRL11118(19)21043.024.0
3NED(6)345614332.026.0
4CHN58(11)3541441.030.0
5GBR710222(11)6848.037.0
6FIN4615419(21)3274.053.0
7LTU2139103(14)11769.055.0
8CZE(23)47621217686.063.0
9USA85121749(21)2096.075.0
10MEX12961913(33)135110.077.0
11ESP1511149(24)2359110.086.0
12AUS181810237(35)712130.095.0
13BLR107(23)1616131916120.097.0
14FRA2114191211(26)1019132.0106.0
15DEN1719822127(27)23135.0108.0
16SUI132518141510(42)
BFD
14151.0109.0
17CRO141222(25)17251413142.0117.0
18ITA20162479(27)1825146.0119.0
19ARG9281328103012(35)165.0130.0
20SWE25175181424(29)29161.0132.0
21NZL31232115(35)31911176.0141.0
22POL16(26)252120162224170.0144.0
23NOR3024(32)1123152321179.0147.0
24BRA111527312517(42)
BFD
26194.0152.0
25SIN(34)27291328122618187.0153.0
26GER2620262418(42)
DNF
2815199.0157.0
27CAN222120(33)31322517201.0168.0
28POR32221720272032(38)208.0170.0
29TUR1935163022(38)2032212.0174.0
30ISR333333(34)2933428227.0193.0
31GUA243634(39)3882433236.0197.0
32JPN2932312726(36)3022233.0197.0
33GRE28293032(34)341534236.0202.0
34IOA36(38)382933371627254.0216.0
35EST2739(41)373663636258.0217.0
36RUS(37)31353537183130254.0217.0
37URU3934372632(40)3831277.0237.0
38PER35303636303933(41)280.0239.0
39LCA38372838(39)293737283.0244.0
40ISV40(41)404141223540300.0259.0
41COK(41)40394040283939306.0265.0

49er Giuseppe Angilella e Gianfranco Sibello ottengono uno splendido terzo posto in race 10, preceduto però da un 15 e seguito da un 13. Adesso sono 15esimi, a 7 punti dalla zona medal race con ancora 4 prove da disputare. Missione possibile, forza ragazzi.

In testa gli aussie Outteridge-Jensen hanno 9 punti di vantaggio sui kiwi Burling-Tuke. Terzi i finlandesi Lehtinen-Bask. Giornata no per gli inglesi Morrison-Rhodes, precipitati al quarto posto.

1AUS812421(10)695452.042.0
2NZL9717359(11)72162.051.0
3FIN(19)184116822111385.066.0
4GBR12123184211174(20)94.074.0
5POR72109106(13)5812991.078.0
6FRA19912110121310(21)
OCS
2100.079.0
7AUT1015655164(19)49699.080.0
8DEN24146(16)155713616104.088.0
9SWE53128174143168(19)109.090.0
10USA610161713(20)182175115.095.0
11IRL4815212(19)11914715116.097.0
12ESP1567314(18)31512148115.097.0
13POL1114111383(15)1051311114.099.0
14GER175(20)191597143110120.0100.0
15ITA14111310117812(15)313117.0102.0
16CAN3165(17)91716811167125.0108.0
17CRO13178151314174(19)1517152.0133.0
18BER(21)
DNF
191821
DNF
21
DNF
12621
DNF
61012167.0146.0
19JPN16131714(18)111816181814173.0155.0
20GRE18(20)191619201917201918205.0185.0

Star Anche qui si va verso una Medal Race dalle emozioni forti. Iain Percy e Andrew Simpson inseguono Scheidt e Prada in race 9, vinta dai brasiliani con gli inglesi quarti, e si fanno inseguire in race 10, da loro dominata con Scheidt terzo. Risultato è che alla medal race di domenica, Percy arriva con 8 punti di vantaggio su Scheidt (quindi Scheidt per l’oro dovrà mettere almeno 3 barche tra lui e Percy). Il podio è già deciso, visto che Freddy Loof ha un vantaggio superiore ai 20 punti sul quarto, il norvegese Melleby. Particolare curioso, si tratta dello stesso podio di 4 anni fa a Qingdao. Allora fu oro inglese Percy, argento brasiliano Scheidt e bronzo svedese Loof. La storia si ripeterà?

1GBR(11)23212124129.018.0
2BRA41(9)621351335.026.0
3SWE(10)44153412640.030.0
4NOR7524(16)11847569.053.0
5POL9312103429(13)267.054.0
6USA5(14)538951031173.059.0
7GER698746(17)
BFD
119481.064.0
8NZL(15)711365988981.066.0
9IRL261451112(17)
DSQ
711792.075.0
10FRA113101112(14)1166892.078.0
11DEN121113(14)137631410103.089.0
12CAN16106810(17)
OCS
1312513110.093.0
13SUI138119158101315(16)118.0102.0
14GRE316712715(17)
BFD
17
DSQ
17
OCS
12123.0106.0
15POR141515(16)9107141014124.0108.0
16CRO812(16)15141312151215132.0116.0

Domani torna in regata Alessandra Sensini (campo Nothe, saremo presenti sul posto per raccontarvi la regata) per le prove 7 e 8 negli RS:X. C’è ottimismo nel clan italiano, dove si dice che sono stati affrontati alcuni problemi di gestione della regata da parte della campionessa azzurra.

I 470 M disputeranno regata 5 e 6. I 470 donne regata 3 e 4. I Laser e i Laser Radial concluderanno le qualificazioni con le prove 9 e 10. Prosegue il programma del match race femminile (che oggi riposava).

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here