SHARE

Cannes, Francia- Inizia oggi l’attesissimo Festival de La Plaisance de Cannes, arrivato alla sua 35° edizione. Nei sei giorni del salone saranno esposte oltre 500 imbarcazioni a vela e a motore, di cui 150 anteprime mondiali. Nel Vieux Port della cittadina francese si potranno così ammirare barche dai 10 ai 62 metri.

Molti i broker di fama internazionale che hanno confermato la loro presenza, come Ocean Independence, Northrop & Johnson, Camper & Nicholsons International, Oceanstyle Yachting, Burgess. Nell’Espace Brokerage & Charter, area a loro dedicata e allestita nel Port Pierre Canto, sarà presente anche la Top Yachts.

I visitatori potranno così conoscere da vicino alcune delle novità trattate dalla società italiana di brokerage con sede a Cala Galera: l’RM 1260, la neonata del cantiere Fora Marine; il Tofinou 16, daysailer della Latitude 46; il catamarano Nautitech 542, con le attrezzature e le rifiniture in carbonio; il nuovo Sense 46 di Beneteau.

La 35° edizione del Festival de La Plaisance de Cannes inaugura la stagione dei saloni autunnali europei, vero termometro dello stato di salute della cantieristica mondiale

Il Festival de La Plaisance de Cannes riveste un ruolo cruciale nel settore nautico. E non solo perché inaugura ufficialmente la nuova stagione dei saloni autunnali europei. Infatti è il termometro dello stato di salute della cantieristica mondiale che, da due anni a questa parte, sta attraversando un momento delicato della sua vita.

Ecco allora che i numeri comunicati dagli organizzatori del salone acquisiscono un valore particolare. Una così elevata quantità di imbarcazioni rappresenta una chiara risposta dei cantieri al perdurare della crisi economica. Un segnale di ottimismo per il futuro e di amore, come già spiegato nel numero di FareVela di settembre, visto che quest’anno saranno proposti ben 81 nuovi modelli. La vitalità dei cantieri è dunque una piacevole e gradita sorpresa.

In questo momento di stagnazione, quando si attenua la pressione sulla produzione e sulle consegne, le amministrazioni “sono costrette” a orientare e dirigere le proprie forze nei campi della ricerca e dell’innovazione, così da sorprendere l’armatore con tanti piccoli e nuovi accorgimenti. Nuovamente – e qualcuno potrebbe anche gridare: finalmente! – torna protagonista il futuro proprietario con le sue esigenze, che i diversi designer ed engineering team sentono di dover coccolare e viziare.

Dopo Cannes gli espositori si divideranno fra La Rochelle per il Grand Pavois (19-24 settembre) e Monaco per lo Yacht Show (19-22 settembre), dedicato ai Maxi. Come di consueto la stagione culminerà a gennaio in occasione del Boot di Düsseldorf, durante il quale si premierà la vincitrice dell’European Yacht of the Year. Tra i due eventi maggiori, ovvero i saloni di Cannes e Düsseldorf, se ne conteranno almeno 14.

www.salonnautiquecannes.com
www.top-yachts.com

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here