SHARE

Viareggio- Al via dal 28 al 30 settembre la sesta ed ultima tappa della Swiss & Global Cup Classic 12’ Dinghy. Dopo Varazze, Napoli, Castiglione della Pescaia e le due tappe in Slovenia e Svizzera, a Viareggio cala il sipario sulla manifestazione. È la seconda volta, in questa edizione, che la Toscana ospita l’armata del dinghy 12’ classico: la tappa viareggina si svolgerà con l’organizzazione del Club Nautico Versilia, della Società Velica Viareggina e del Circolo Velico Artiglio.

Uberto Capannoli. Foto Rastrelli

Più di cinquanta i dinghy previsti; la flotta toscana, da sempre tra le più numerose, farà da padrona di casa. Oltre Italo Bertacca e Uberto Capannoli – entrambi toscani, vincitori delle ultime due edizioni del circuito – sono attesi anche Sandro Alessi e Nicolò Orsini Baroni del C.V. Artiglio, Luca Toncelli del C.N. Marina di Carrara, Daniele Falcinelli del C.N. Castiglioncello e Marcello Corsi del C.N. San Vincenzo. Piazza Palombari dell’Artiglio si prepara ad essere “invasa” dalla casa itinerante del dinghy classico (100 mq completi di bar e salottino), a conferma della passione della regione per la deriva, nata negli anni ’30 con l’ingresso ufficiale dello sport velico nella Regia Marina.

L’ultima tappa è patrocinata dal Comune di Viareggio, confermato recentemente tra le “Bandiere Blu” in Toscana assegnate dalla FEE – Fondazione per l’Educazione Ambientale – alle località europee che si distinguono per qualità delle acque e gestione ambientale. Tra le location di quest’anno spiccano altre due bandiere blu: Castiglione della Pescaia e Portorož; Varazze, con il nuovo porto ecosostenibile; Napoli, città del lungomare “liberato”; Lucerna, vero e proprio paradiso ambientale nel cuore della Svizzera.

La situazione dopo cinque tappe è ancora abbastanza aperta. La classifica provvisoria vede al comando l’olimpico Giorgio Poggi del Garnell Sailing Team, velista ligure nato sul Finn, classe in cui ha riconquistato proprio ieri il titolo tricolore, che ha esordito quest’anno sul dinghy classico, confermando la stoffa da campione: ha vinto quattro delle cinque tappe svolte; secondo posto per Massimo Schiavon su Maxima e terzo Roberto Benedetti con Piccolo Lord, il primo dinghy 12′ classico ad energia solare (dotato di un pannello fotovoltaico che alimenta la pompa di sentina) nato da un progetto di Daniele Riva del Cantiere Ernesto Riva – Local Sponsor – e di Benedetti.

www.dinghyclassico.it

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here