SHARE

Trieste- Dopo la vittoria nella Maxi Racing Class, una delle categorie del trofeo Maxi Yacht Rolex Cup, disputato a Porto Cervo agli inizi di settembre,  Esimit Europa 2 di Igor Simčič è pronto a una nuova sfida: stabilire il record di percorrenza sulla rotta Trieste-La Valletta.

L’equipaggio, al comando dello skipper tedesco Jochen Schümann, proverà a percorrere le 600 miglia che separano i due storici Yacht Club, grazie ai quali l’iniziativa ha potuto prendere piede: la Società Velica di Barcola e Grignano e il Royal Malta Yacht Club.

Si tenterà di stabilire il record quando, una volta terminata la Barcolana, Esimit Europa 2 dovrà far prua verso La Valletta, a Malta, per partecipare a un altro grande evento: la Rolex Middle Sea Race.

Un’occasione che lo stesso Simčič ha voluto sfruttare al meglio, ideando questo nuovo trofeo: il Metod Sailing Trophy, aperto a tutti i monoscafi e riconosciuto dal World Sailing Speed Record Council. Così l’armatore: “Esimit Europa 2, come tante altre barche a vela, parteciperà alla Barcolana, per poi, subito dopo, dirigersi verso La Valletta e gareggiare alla Rolex Middle Sea Race.  Con questa iniziativa, vogliamo incoraggiare altre barche a fare altrettanto e collegare le due regate”.

nasce su iniziativa di Igor Simcic il Metod Sailing Trophy, trofeo aperto a tutti i monoscafi e riconosciuto dal World Sailing Speed Record Council. Obiettivo: stabilire il record di percorrenza da Trieste a La Valletta, a Malta, per un totale di 600 miglia. Il trofeo nasce come ponte ideale fra due storiche regate: la Barcolana e la Rolex Middle Sea Race

A differenza di altre competizioni, in cui gli skipper possono aspettare le condizioni meteo più favorevoli per tentare di stabilire un nuovo record, i diversi equipaggi che vogliono misurarsi sulla rotta Trieste-La Valletta dovranno necessariamente navigare nel periodo compreso fra la Barcolana e la Rolex Middle Sea Race.

“La Società Velica di Barcola e Grignano ha aderito con entusiasmo alla proposta di Esimit Europa di organizzare un evento sulla rotta Barcolana-Rolex Middle Sea Race”, ha affermato il presidente Vincenzo Spina, che ha poi continuato: “Abbiamo lavorato con impegno per la definizione dei dettagli tecnici, coinvolgendo il chief race officer Tullio Giraldi e il direttore sportivo altomare Daniele Robba. Per la Barcolana si tratta senza dubbio di una occasione di sinergia con la Rolex Middle sea Race, e della possibilità di essere partecipi di una iniziativa che ha tutte le caratteristiche per diventare una grande impresa sportiva, alla ricerca del vento, della migliore rotta e del meteo perfetto per attraversare l’Adriatico a velocità sostenute, con l’auspicio che, oltre ad Esimit Europa, anche ulteriori imbarcazioni possano raccogliere la sfida e misurarsi su un percorso insidioso, difficile da interpretare e molto interessante dal punto di vista della navigazione”.

Godwin Zammit, commodore del Royal Malta Yacht Club, così si è espresso sull’iniziativa di Esimit Europa 2: “Il Royal Malta Yacht Club sostiene con  grande impegno la nautica ed organizza un vasto programma di regate , tra cui, una delle più importanti, il Rolex Middle Sea Race.  La sua posizione al crocevia del Mediterraneo,  fa si che  il club, l’isola di Malta e la sua capitale La Valletta abbiamo molte possibilità di collaborazione con gli altri paesi. Come uno degli organizzatori, appoggiamo con molto  piacere l’iniziativa di Esimit Europa di stabilire il nuovo percorso della traversata  Trieste – La Valletta. Con questo, non vogliamo solo dimostrare il nostro impegno come organizzatori di eventi velici di alto livello, ma vogliamo anche promuovere lo spirito competitivo e l’importanza della collaborazione come base per l’ottenimento di risultati eccezionali. Ad Esimit Europa 2 auguro un buon vento e, allo stesso tempo, invito gli altri velisti a raccogliere la sfida per il Medot Sailing Trophy,” ha sottolineato Godwin Zammit, commodore del Royal Malta Yacht Club.

www.esimit.com

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here